Flàshati Matera

Il passato che sta tornando.

Come in primavera, riecco il lockdown (“light” per il momento).

Come in primavera, dobbiamo resistere. E attendere che tutto passi!

Domenica 25 Ottobre, alle ore 13.00, il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, ha emanato un nuovo DPCM.

Ieri 04 Novembre ne ha emanato un altro e ha diviso l’Italia in zone, in base alla gravità della regione in questione.

Ci sono regioni gialle, regioni arancioni e poi quelle rosse. Nelle zone rosse si tratta di un vero lockdowm, simile a quello di Marzo con qualche piccolo permesso in più.

Era prevedibile che la situazione tragica di inizio anno si ripresentare purtroppo.

Il continuo aumento dei contagi da Covid-19 doveva essere frenato con limitazioni che possano permettere il contenimento dei casi e la sua frenata.

Tutti speravamo che quello che si era detto in estate, ovvero che in autunno ci sarebbe stata la seconda ondata del virus, non fosse stato vero. Ma ahimè, purtroppo, rieccoci a dover nuovamente convivere con una situazione veramente critica per tutti.

E ancor più per il settore degli eventi!

Un anno, questo del 2020, da cancellare e da dimenticare. Un anno che però porterà tanto di negativo anche negli anni a seguire. E che quindi difficilmente sarà dimenticato da tanti.

Solo chi riuscirà a limitare i danni potrà superare questo momento e riprendersi  in futuro.

Tutti speriamo che questa situazione complicata finisca e si possa ritornare ai tempi migliori. Io credo che quello che si è perso di fatturato di crescita, non tornerà mai più.

Questo virus sta stravolgendo anche me personalmente e difatti sto cambiando il mio lavoro principale.

Non voglio ancora svelarti la mia nuova occupazione ma ti dico solo che, con tanto dispiacere, ho dovuto lasciare il lavoro di agente di commercio dopo 10 anni.

Operavo in un settore, dove in passato si diceva: “il mangiare non conosce crisi” ma non era vero. Il Covid-19 ha colpito tutto e tutti, magari qualcuno in misura minore ma tutti ne hanno percepito l’onda d’urto.

Ci sono settori completamente azzerati, settori in crisi profonda. E il settore della ristorazione, dove operavo io con il mio lavoro di agente di commercio, sta subendo fortissime limitazioni.

Dopo un’estate, seppur andata discretamente, in prospettiva dei lunghi mesi invernali di sofferenza a prescindere dalla situazione odierna, con l’incubo del Covid-19 che stava ritornando a grandi falcate, ho deciso che era il momento di dare una svolta seria e concreta.

Questo mia nuova attività lavorativa però non precluderá la mia passione per il photobooth e la mia voglia di continuare a portare avanti il progetto di Flàshati PhotoBooth Matera.

È un momento cruciale per me:

  • il cambio di lavoro che comporterà una riorganizzazione per la gestione degli impegni operativi ed extra-operativi di Flàshati PhotoBooth Matera,
  • la situazione critica in generale che comporterà uno sforzo a resistere per essere attivi, nel miglior modo possibile, quando tutto si riprenderà.

Per il primo punto sono fortunato che ho cambiato lavoro in questo periodo con nessun impegno di Flàshati in atto.

In questo modo posso capire come fare a gestire la doppia situazione. Posso trovare qualcuno per fare riferimento quando io sarò impossibilitato in nessun modo a essere presente.

Con il lavoro che facevo di agente di commercio era semplice poter gestire entrambe le attività, adesso è un po più complicato ma basta organizzarsi in anticipo.

È stato un bene che il cambio di lavoro sia successo in un periodo con nessun impegno con Flàshati anche per potermi riassettare e programmare gli impegni extra-operativi, vedasi la puntata del podcast, la stesura dell’articolo sul blog, la gestione dei social.

Per quanto riguarda invece il secondo punto (la situazione critica del Covid-19), mi spiace ovviamente non poter sostenere nessun impegno e vedersi annullare e rimandare impegni già presi di Dicembre.

Ma bisogna rimboccarsi le maniche e attendere tempi migliori.

Flàshati PhotoBooth Matera per me è la ciliegina lavorativa: non vivo completamente da essa. Questo mi permette di poter comunque accettare la situazione critica ma non rimanere impassibile ad essa.

Non ho mai negato che gli impegni che facevo con Flàshati PhotoBooth Matera mi permettevano di togliermi degli sfizi economici e stare meglio in generale. Se ho fatto questo ci dovrà pur essere un motivo, giusto?

Ovviamente, al di la del pure e semplice soddisfazione economica, Flàshati PhotoBooth Matera mi ha concesso soddisfazioni personali: vedere la gente divertirsi con il mio PhotoBooth e avere i loro complimenti per il sottoscritto è una grandissima cosa.

Tutti adesso dobbiamo resistere indistintamente dal settore in cui si opera.

Io ho dovuto cambiare il lavoro principale perché non potevo continuare a “soffrire” nell’impegno lavorativo principale.

Sono stato fortunato a trovare qualcosa che mi piaceva fare fin da ragazzo. E sono stato fortunato a operare adesdo in un settore che non subirà nessuno stop da queste nuove restrizioni.

Perché aver scritto articolo? Cosa voglio dirti?

Ti sono sincero, volevo smuovere il mio blog. Mi andava di scriverti qualcosa per farti presente che ci sono ancora e che piano piano ritornerò a scrivere argomenti che maggiormente ti possano interessare riguardo il photobooth che è il motivo per cui ho creato questo “contenitore di articoli”.

Ho iniziato a scrivere questo articolo non al computer ma attraverso l’applicazione WordPress del telefono. E lo sto concludendo sempre attraverso il telefono.

Per il momento non ho modo di prendermi del tempo utile per scrivere un articolo al computer con tutte le “caselle al loro posto” e con un’impostazione SEO degna di nota.

Per ora va bene così, va bene aver scritto qualcosa dopo tante settimane di silenzio. Anche se alcuni lo troveranno insensato.

Ne il Covid-19 ne il mio nuovo lavoro comprometteranno quello che ho creato da tre anni e che mi piace fare.

Bisogna resistere, per essere pronti e ancor più forti, quando tutto ritornerà com’era.

Flàshati Matera

Vuoi andare oltre il PhotoBooth? Noi possiamo aiutarti

Il PhotoBooth oramai lo fanno in tanti e tu vuoi sorprendere i tuoi ospiti con qualcosa di ancora più originale?

Noi di Flàshati PhotoBooth Matera possiamo aiutarti. Leggi come.

Da quando il PhotoBooth è approdato in Italia, molte aziende, specializzate in questo servizio, sono nate, molti professionisti del wedding hanno inserito questa opportunità nei loro pacchetti, molte innovazioni si sono aggiunte, vedasi lo specchio photobooth per esempio.

Al di là delle opzioni sopra menzionate ci sono poi le “coppie fai dai te”. Cioè la scelta, per svariati motivi, da parte degli sposi di creare da soli, o con l’aiuto di amici e parenti, l’angolo per il photobooth utilizzando delle polaroid.

Quest’ultima scelta permette comunque in qualche modo agli invitati del matrimonio di portarsi a casa una ricordo cartaceo di quella giornata di festa, seppur il risultato non sia il massimo rispetto ad un servizio professionale.

Differenziarsi in questo oceano di aziende, o presunte tali, e in queste possibilità di scelta da parte del cliente finale non è semplice. Non basta solo stampare le foto, bisogna fare molto di più e sempre meglio.

Io personalmente non opto e non ho mai pensato di entrare nella “guerra dei prezzi”. Abbassare i prezzi pur di accaparrasi dei lavori non è la scelta migliore, in qualsiasi settore.

Sono l’affiliato in Basilicata dell’azienda Flàshati PhotoBooth: la mia storia è stata raccontata nell’articolo “La nascita di Flàshati Matera” da me scritto qualche giorno fa’ e che ti invito ad andarlo a leggere se non lo hai ancora fatto.

Flàshati PhotoBooth ha oltre 15 affiliati come me sparsi in Italia e non solo. E’ una realtà che non è nata ieri ma ha molti anni di esperienza. Questa “puntualizzazione” può anche non interessare ma ci tengo a scriverla per sottolineare la solidità e l’esperienza dell’azienda Flàshati nel mondo del PhotoBooth.

Se in casa tua si rompe una tubazione nel bagno, ti affidi ad un idraulico che è sul mercato da anni oppure scegli un elettricista che si è messo a riparare le tubazioni da qualche mese? O addirittura scegli di risolvere tu stesso il problema anche se di idraulica non conosci minimamente nulla?

Da quando ho iniziato a svolgere questa attività non ho mai avuto l’idea di svendere il mio servizio pur di accaparrami qualche lavoro in più. Preferisco mantenere la linea che ho adottato fin dall’inizio: sono sicuro sia la cosa migliore.

In un mio precedente articolo avevo già affrontato il discorso del prezzo: in quella situazione spiegavo i motivi della “mia tariffa”.

Ora però sono uscito troppo dai binari di questo articolo. Ritorno sulle motivazioni di questo nuovo articolo.

Il PhotoBooth abbiamo quindi assodato che oramai è un servizio spesso presente negli eventi. C’è anche da considerare la situazione contraria, cioè di coloro che non sanno minimamente cosa sia il PhotoBooth.

Mi capita spesso in qualche evento dove sono presente, che ci sono persone che fin quando non vedono qualcun’altro che si fa la foto e riceve la stampa, non riescono a comprendere cosa faccia il totem  e a cosa serva. Poi dopo, capito il meccanismo, presi dall’euforia, questa gente vuole farsi foto a ripetizione!

Poi ci sono le persone che conoscono bene il PhotoBooth e, volendo ancora di più durante il proprio evento, sono alla ricerca di qualcos’altro. E quel quest’altro noi di Flàshati PhotoBooth Matera glielo possiamo proporre.

Parliamo del VideoBooth.

In un evento, in un matrimonio in particolare, il VideoBooth darebbe la possibilità a tutti gli invitati di lasciare una dedicata o un augurio agli sposi attraverso un video messaggio di pochi secondi.

Un nuovo divertente modo di fare gli auguri, guarda l’esempio.

 

Il collega Danilo, l’affiliato di Flàshati PhotoBooth Roma by Autoscatto, in occasione di un matrimonio, ha messo subito all’opera questa novità 2019, e il risultato è stato bellissimo! Non trovi?

Oltre al PhotoBooth, dove i tuoi invitati, si potranno accuratamente mascherare con i nostri oggetti di scena, ricevere la copia cartacea da portare a casa e alla possibilità di poter lasciarti una dedica sul nostro album, che ti verrà consegnato, d’ora in poi potrai proporre a tutti anche il VideoBooth.

I tuoi amici e parenti, mascherati con i nostri oggetti di scena o in versione naturale, si posizioneranno davanti la video camera o allo stesso totem e in 10/15 secondi potranno:

  • farti gli auguri,
  • farti una dedica,
  • dirti qualcosa che non ti hanno mai detto,
  • svelarti un segreto che non ti avevano mai detto,
  • darti un bacio,
  • fare qualunque cosa vogliano fare.

Dopo alcuni giorni sarà mio compito montare e unire tutti gli spezzoni video, creare qualcosa di simpatico e consegnare il tutto agli sposi.

Gli sposi così potranno gustarsi e divertirsi a vedere all’opera i loro invitati cosa hanno voluto dirgli nel giorno del loro matrimonio; a distanza di qualche giorno o anni sarà un piacere e un’emozione vedere questo video.

Il VideoBooth è una bellissima novità che noi di Flàshati PhotoBooth Matera possiamo proporre. Un’ulteriore motivo di scelta.

Come la polaroid o il “fai da te”, ha potuto sostituire, in alcuni casi, la professionalità e l’esperienza di aziende specializzate nel PhotoBooth, sono sicuro che anche con il VideoBooth ci saranno escamotage di improvvisazioni.

Ma non sarà mai la stessa cosa!

 

 

Mauro Gadaleta
Flàshati Matera

Altra novità per il 2019: il sito per gli sposi!

Screenshot_20181112-151025_Drive

Eccola la locandina che abbiamo preparato per annunciarlo!

Eccola la locandina che abbiamo stampato per annunciarlo in fiera!

Eccola la locandina che abbiamo utilizzato per condividerla sui social!

In un momento di piena esplosione della tecnologia, non poteva mancare la diffusione dei siti che annunciano il matrimonio.

Il sito del matrimonio risulta essere una vera e propria vetrina per la sposa e lo sposo: oltre al countdown che evidenzia l’avvicinarsi della fatidica data, vengono esaltati giustamente i due protagonisti, la loro storia, la loro vita, le loro abitudini. Il sito poi viene utilizzato come contenitore anche per tutte le foto che verranno scattate durante il giorno del matrimonio condivise attraverso un hastag specifico. Infine è utilizzabile anche come “raccoglitore” di soldi per la lista nozze.

Senza dimenticare che attraverso il sito puoi dare risalto ai testimoni, aiutare tutti gli invitati a raggiungere la sala ricevimenti dove avverrà la cerimonia e la chiesa, attraverso la localizzazione e la mappa di Google Maps, avere un blog dove gli sposi possono raccontare degli aneddoti della loro storia, della loro vita, una newsletter per inviarla a dei indirizzi email.

Tante funzioni e motivi per apprezzare il sito e utilizzarlo per coppie tecnologiche. Un modo nuovo di vivere il matrimonio, di rendere pubblica la storia di due ragazzi.

Personalmente ero a conoscenza di questa nuova opportunità che gli sposi possono utilizzare, anche personalmente, senza il tramite di nessuno, ma non li avevo dato il giusto peso.

Luigi Pizzuto, il collega pugliese di Flàshati Lecce, mi ha raccontato nello specifico la sua collaborazione con GoWeddy, un sito specifico per raccontare un matrimonio attraverso il sito.

Luigi mi aveva parlato dell’esperienza che aveva avuto con una coppia che aveva voluto usufruire di GoWeddy e lui era stato il curatore e il progettatore del loro sito. Oltre a venderli il photobooth e tutti i corredi del caso, aveva avuto modo di proporli il sito: i due sposi rimasti entusiasti e avevano accettato.

Cosi, tramite anche il supporto di GoWeddy, aveva creato da zero il tutto.

Era piaciuto molto agli sposi, ai loro invitati. Il video poi era stato condiviso sui social, lo puoi vedere qui.

Successivamente a questa prima esperienza per Luigi, la situazione della vendita del sito nel pacchetto che Luigi proponeva, si era ripetuta per altre volte.

—————————————-

 

Su internet ci sono una marea di siti e aziende che danno l’opportunità di creare in proprio un sito, che mettono a disposizione dei software, dei programmi per creare il tutto. E’ difficile orientarsi, capire quale scegliere, su quale puntare.

Io ho voluto fare la stessa scelta del collega Luigi, optando per GoWeddy di Torino. Con GoWeddy è tutto molto semplice, facile. Una volta scelto il piano di abbonamento, il pannello di controllo è molto intuitivo.

goweddy

Così anche io mi sono convinto a dare questa nuova opportunità alle coppie e a inserire questo nuovo servizio in Flàshati Matera. 

Durante l’appuntamento della fiera Non Solo Sposa di Tito renderò pubblico il tutto e lo proporrò alle coppie che sceglieranno Flàshati PhotoBooth Matera per la prossima stagione. Nulla mi vieta però di vendere il sito anche singolarmente per chi lo vorrà.

Il sito del matrimonio sarà una novità per la prossima stagione.

 

Mauro Gadaleta – Flàshati Matera