Flàshati Matera

No Flàshati? No Party!

Ricordi la pubblicità del cocktail Martini con protagonista l’attore George Clooney?

Te lo ricordo io.

C’è una festa e George Clooney suona al campanello di una porta, la festeggiata va ad aprire e rimane sorpresa dalla presenza di George alla sua festa. George si aspetta di entrare e partecipare all’evento ma purtroppo la ragazza li fa una domanda: “No Martini? No Party!”. E chiude la porta.

Lo spot si chiude con nuovamente George che suona al campanello e la festeggiata, che va ad aprire, si ritrova George Clooney con tantissime casse di Martini e uno spumante in mano che l’attore stappa a chiusura della pubblicità.

Se vuoi rivederlo ecco il link direttamente da Youtube.

Seguendo la stessa frase, lo stesso interrogativo della pubblicità del Martini, ho pensato al titolo di questo articolo: No Flàshati? No Party!

Tu che ne pensi? Ti piace o è un po’ troppo celebrativo, un po’ troppo auto-referenziante, un po’ troppo affermativo?

Non voglio essere così sicuro affermando che senza la presenza di Flàshati PhotoBooth Matera una festa non possa essere al 100% perfetta, mi piaceva usare questo titolo perché volevo parlare di quello che è successo il 27 Dicembre 2018 alla Sala Minerva di Bernalda.

Il 27 Dicembre scorso c’è stato il primo Party dedicato agli sposi: una festa organizzata da diversi fornitori i quali hanno voluto essere presenti per farsi conoscere in una serata in allegria.

Fortunatamente eravamo presenti anche noi di Flàshati PhotoBooth Matera assieme ad altre aziende, quali:

  1. la sala ricevimenti Sala Minerva – Hotel Forliano di Bernalda,
  2. la Barbaro Band,
  3. il fotografo Cesare Mele di Policoro,
  4. il negozio per le bomboniere la Dolce Vita di Policoro,
  5. l’azienda di fiori Gala Fiori di Scanzano Jonico,
  6. l’atelier di abiti Tussah di Ferrandina,
  7. Skilab per i trucchi e le accontiature a Ferrandina,
  8. l’autonoleggio il Maggiolino di Martina Franca,
  9. l’agenzia viaggi Sud Traverl di Policoro.

Non era una solita fiera sposi dove coloro che sono interessati visitano gli operatori del wedding solo vedendo cosa fanno, chiedendo informazioni, prendendo il volantino e il contatto telefonico.

Non era una prova pranzo dedicata agli sposi, più originale rispetto alla fiera sposi, perlomeno più insolita come situazione.

Il 27 Dicembre è stata una vera e propria festa. I ragazzi prossimi alle nozze, intervenuti invitati dalle dieci aziende presenti alla serata, sono stati coinvolti in balli, giochi, degustazioni di piatti. Una situazione leggera e allegra.

Questo è il video che il fotografo Cesare Mele ha prodotto.

Di seguito, ecco alcuni scatti.

E ora la foto di tutti i presenti: le future coppie e le aziende presenti.

img-20181231-wa0036

Una bella serata, ripeto, all’insegna del divertimento sempre con il focus sul matrimonio.

Ora, prima di terminare questo articolo, una domanda.

E se davvero: No Flàshati PhotoBooth Matera? No party!

Di certo, con tutte le nostre foto che regaliamo durante l’evento, un matrimonio viene ricordato per sempre.

Sicuramente la nostra presenza regala dei momenti di spensieratezza e coinvolgimento per tutti gli invitati.

Ovviamente il nostro totem permette di offrire una sorpresa a tutti gli invitati che possono divertirsi con gli oggetti di scena a farsi tante foto.

Pensaci bene quindi! Vuoi un matrimonio normale o un matrimonio divertente?

Noi di Flàshati Matera il divertimento lo stampiamo.

Mauro Gadaleta
Annunci
Flàshati Matera

Perché 873 bambini ricorderanno il Natale 2018 per sempre

Leggi il motivo per cui tanti bambini avranno per sempre un ricordo di un magnifico incontro!

evento-20181104111849

Eccolo in foto il responsabile della gioia che ha procurato a 873 bambini durante la manifestazione che l’azienda Dichio organizza, ogni anno, in occasione dell’arrivo del Santo Natale.

La manifestazione di cui parliamo è il Villaggio Dichio, meglio conosciuto da tutti come il Villaggio di Babbo Natale.

Terminato da poco, precisamente il 6 Gennaio scorso, il Villaggio Dichio quest’anno (meglio dire l’anno scorso, visto che siamo nel 2019 e parliamo del 2018) è iniziato domenica 4 Novembre 2018 ed, appunto, è terminato domenica 6 Gennaio 2019.

Sessantaquattro giorni è durata questa manifestazione, il mercatino di Natale al coperto della Basilicata. Il più grande mercato di Natale al coperto, ovvero oltre 2000 mq di struttura dove erano presenti, oltre alla casa di Babbo Natale, tante attrazioni, giochi, spazi dedicati agli animali, spazi dedicati agli addobbi natalizi, spazi dedicati al giardinaggio, una piazzetta riservata al ristoro e tanto altro ancora.

Il Natale a Dichio, il Villaggio di Babbo Natale, ha come sede il Dichio Garden Center presso il Centro Commerciale Venusio a Matera. E’ una manifestazione che “ha come obiettivo l’arricchimento culturale di quanti partecipano alle loro iniziative. Le loro attività sono rivolte ad un pubblico di adulti e di bambini con numerosi laboratori didattici, esperienze culturali e di divertimento, portando all’attenzione tante realtà imprenditoriali del territorio appulo-lucano sempre sotto la veste della tradizione natalizia locale”

Quest’anno, la manifestazione appena conclusa, era alla sua nona edizione.

Una grande opportunità per tante famiglie, tante coppie o tanti nonni per trascorrere dei momenti di svago e allegria all’interno di questa bellissima struttura.

Capita a tutti che prima di addobbare la casa a festa per il Natale, ci si mette alla ricerca di “particolari”, di oggetti nuovi o ricercati da inserire sul proprio albero o su un qualsiasi mobile di casa. Al Villaggio Dichio si aveva una vastità di scelta, una enormità di opportunità, per creare l’albero di Natale più bello, il presepe più originale, per abbellire la casa.

Molto spesso, durante le domeniche di Novembre e Dicembre, si vuole passare delle ore di svago e di tranquillità ma senza ovviamente assorbirsi il freddo che l’inverno è solito concedere. Al Villaggio Dichio con oltre 2000 mq si aveva l’opportunità di passare dei momenti di spensieratezza, in più poter vedere, toccare e respirare la magica atmosfera del Natale. E il suo profumo.

Per gli amanti del giardinaggio il Villaggio Dichio ti permetteva di trovare una infinità di strumenti, accessori per dedicarsi alla cura e alla miglioria del proprio giardino. Per chi non aveva questa passione, vedere esposti una serie di specie di fiori, di piante grasse o di piante classiche, ti invogliava a creare anche a te un piccolo angolo in casa dedicato al verde.

Sono in aumento gli amanti degli animali domestici, cani e gatti in prima linea, lo dicono le ricerche e le statistiche. Un italiano su tre ha un cane o un gatto in casa, io per primo.

Dal 20 Novembre scorso, il giorno del compleanno di mio figlio, ho in casa uno splendido esemplare di gatto persiano. Simba è il suo nome. Prima del 20 Novembre non avevo mai avuto la voglia, la possibilità, la necessità di adottare un animale domestico. Poi la voglia e la richiesta sempre più insistente di mio figlio Luigi, ci ha spinto, o meglio hanno spinto maggiormente mia moglie, alla ricerca di qualcuno che ci potesse aiutare.

Il caso ha voluto che dove lavora mia suocera, la signora che ci lavora con lei in cucina, avesse già un gatto femmina che aveva da poco partorito.

Il vedere il cucciolo di Simba in foto ci ha subito convinti che fosse lui il predestinato a entrare nella nostra casa e nella nostra famiglia.

Mi accorgo, a distanza di quasi due mesi, che in effetti avere un animale in casa ti porta un soggetto che in ogni momento della giornata, in ogni istante tu ritorni a casa, ogni qualvolta tu lo desideri, trovi un essere vivente che è disposto a farti le feste, a farsi accarezzare, a farsi coccolare. Al di là di qualsiasi cosa li possa succedere.

Per tutti gli amanti degli animali, ovvero quel 30% circa di italiani che hanno in casa un animale domestico, il Villaggio Dichio aveva un’ampia zona dedicata a loro. Cibo, strumenti per la loro cura, gabbie per pesci o uccelli, cibo. Insomma un’ottima opportunità per trovare ciò che ti poteva servire.

Il Villaggio Dichio aveva anche un reparto per oggetti e regali vari di casa. Prima dell’uscita, prima di andare via.

E il protagonista assoluto del Villaggio Dichio?

Non me lo sono dimenticato e l’ho appositamente tenuto in ultima considerazione per creare una cerca suspense.

Il Villaggio Dichio viene anche chiamato il Villaggio di Babbo Natale, come specificato all’inizio. E’ il luogo dove si può conoscere l’uomo più desiderato dai bambini. E’ il posto dove i bambini possono scrivere, francobollare e inviare le lettere da spedire a Babbo Natale.

Il Villaggio di Babbo Natale Dichio è il luogo che ospita la casa di Babbo Natale. Difatti, vicino alla piazzetta ristoro si ha l’accesso nella zona di maggior interesse per i bambini.

Questa parte del Villaggio ospita:

  • il bosco incantato con gli gnomi,
  • il baita salterello,
  • il trenino di Babbo Natale,
  • i giocattolai,
  • la casa di Babbo Natale.

Una zona dove tutti i bambini potevano concedersi il giro sul trenino, divertirsi con i vari giochi, poter lasciare la letterina con le proprie richieste, avere a disposizione un laboratorio dove poter divertirsi nel colorare o creare dei piccoli lavoretti, un piccolo teatrino per spettacoli di magia e… trovare la tanto, cara, casa di Babbo Natale.

La casa di Babbo Natale era il luogo dove era possibile incontrare di persona l’uomo con la lunga barba bianca, vestito di rosso e con la pancia. L’uomo a cui i bambini ripongono tutti i loro desideri e le loro richieste di giochi da ricevere.

In una piccola stanza, con un letto e un comodino, un mobile e una comoda e grande sedia, c’era lui: Babbo Natale.

Babbo Natale ha aspettato sorridente e calmo tutti i bambini che volevano salutarlo, darli un bacio, lasciarli la loro letterina, guardarlo e adorarlo, farsi una foto con lui.

Per tutti i giorni in cui è stato aperto il Villaggio Dichio, tutti i bambini hanno avuto la possibilità di incontrare in carne ed ossa Babbo Natale.

Ma a differenza delle otto edizioni precedenti, quest’anno i bambini hanno trovato una bellissima sorpresa all’interno della casa di Babbo Natale.

Accanto al mobile, appena subito entrati nella casa, era posizionato il PhotoBooth di Flàshati Matera.

Addobbato anche lui a festa, in tema natalizio, il nostro PhotoBooth per oltre due mesi ha scattato, stampato e regalato le foto che i bambini si sono fatti con il caro Babbo Natale!

Nelle precedenti otto edizioni, le foto dei bimbi assieme a Babbo Natale venivano fatte esclusivamente con lo smartphone di papà o di mamma. La foto veniva vista subito dopo lo scatto, conservata poi nel cellulare di mamma o papà. E li rimaneva fin quando, mamma o papà, per recuperare spazio nella memoria del cellulare, veniva cancellata. E, di quel magico momento del tuo bimbo accanto a Babbo Natale, non ti rimaneva NULLA.

Quest’anno invece, nella nona edizione del Villaggio Dichio, chi voleva avere un ricordo tangibile e duraturo del magico incontro del bambino con Babbo Natale, aveva la possibilità, con solo 2 euro, di ricevere la foto cartacea e poterla conservare PER SEMPRE.

Sono stati creati 4 differenti layout grafici per l’occasione. Prima dello scatto, la mamma o il papà sceglieva quale layout preferiva. Il bambino si posizionava vicino a Babbo Natale o si sedeva sulle sue gambe, si premeva Start sullo schermo del PhotoBooth e si rimaneva in posa per 5 secondi. Si guardava lo scatto, si dava l’ok alla stampa se la foto era venuta bene e dopo 8 secondi la foto stampata usciva dall’apposito foro. La foto veniva consegnata e il bambino andava via super felice di avere un ricordo dell’incontro avuto con Babbo Natale.

873 bambini hanno avuto questa fantastica opportunità quest’anno: avere la foto cartacea dell’incontro con Babbo Natale.

Conservano ancora oggi e conserveranno per tutta la loro vita il segno concreto, la prova tangibile che hanno conosciuto di persona Babbo Natale e si sono fatti la foto con lui.

dichio-20181117123021

In assenza di Babbo Natale, alcuni dipendenti di Dichio ne approfittano per farsi una foto

dichio-20181130190407

Due operati dell’azienda Dichio si fotografano con Babbo Natale

dichio-20181229191626

Anche due ragazze addette al ricevimento dei bimbi ne approfittano per avere un ricordo con Babbo Natale

evento-20181101163436

Il titolare, Giovanni Dichio, assieme a due responsabile dell’accoglienza bimbi

evento-20181103175118

Le due responsabili dell’accoglienza bimbi si fotografano con Babbo Natale
Mauro Gadaleta
Flàshati Matera

La doppia copia. O ancora un’altra

man-399973_1280

Benvenuto 2019!

Questo è il primo articolo che scrivo nel nuovo anno. E’ il secondo anno di vita di Flàshati Matera: deve essere quello della conferma.

Nel primo anno di vita di Flàshati PhotoBooth Matera i risultati sono stati più che positivi e i numeri ci hanno dato ragione! Nell’articolo del 28 Ottobre 2018 ho affrontato e parlato liberamente di quello che ci è successo dopo un anno di inizio dell’attività.

Sono davvero orgoglioso della scelta fatta e sono pronto a nuove sfide per il futuro.

Ovviamente non mi devo cullare su quanto fatto fino ad oggi, c’è sempre da imparare e bisogna necessariamente investire nello studio e nei mezzi per coinvolgere e attirare sempre gente nuova. E far ritornare quella già acquisita.

Non sono l’unica azienda che propone il PhotoBooth! Fuori, anche a pochi km di distanza dalla mia zona di competenza (immaginaria però) nuove attività di PhotoBooth sono nate e nasceranno. Tanti “improvvisati” ci saranno, tanti cercheranno di ritagliarsi la loro fetta di mercato: devo essere io in primis a cercare di non farmi attaccare e invogliare la gente, che deve scegliere il PhotoBooth per la sua festa, a preferire Flàshati Matera dagli altri.

Già questo blog che ho avviato da qualche mese può essere considerato un contenuto di marketing che può far pendere la bilancia a mio favore.

Cerco giornalmente di curare la mia Pagina Facebook nel miglior modo possibile, mi sforzo giornalmente per creare dei contenuti, delle attrazioni che possano interessare i miei follower e non solo.

Magari questi miei sforzi possono non interessare a te che mi stai leggendo e che sei capitato su questo articolo per caso. Non te ne frega davvero un c…. (quando ci vuole ci vuole!) di quello che sto scrivendo (però come mai sei arrivato fin qui a leggere questo articolo?) ma a me piace scrivere, informare la gente di quello che faccio, voglio dare qualcosa in più che gli altri non danno. Sono consapevole che non basta scrivere “sconto del 30% fino al 30 giugno”, “scegli me perché sono il più bello e il più figo”, “ti regalo una confezione di cioccolatini se mi prenoti entro le ore 11 di mercoledì prossimo”.

La classica pubblicità da televisione non regge più, bisogna essere nella mente del consumatore finale con dei contenuti interessanti. Essere attenti e pronti quando il cliente si deciderà di chiamarci. Bisogna farsi ricordare ed essere il primo nella testa del cliente quando avrà bisogno del nostro servizio.

Questo è quello che penso.

In questo primo anno di attività ho scritto 31 articoli che puoi leggere in questo blog digitando la categoria Flàshati Matera o puoi andarli a scoprire nella mia pagina Facebook nella sezione Note.

Inizialmente era partito tutto dallo scrivere le Note sulla Pagina. Le Note di Facebook, è risaputo, non ti danno la giusta visibilità. Non possono nemmeno essere pubblicizzate, bisogna solo sperare che vadano nel feed delle notizie del tuo follower.

Poi ho deciso di creare questo sito, più un blog che un vero e proprio sito vetrina, denominandolo con il mio nome, dove poterci scrivere dapprima qui gli articoli e poi ripubblicarli sulla Pagina Facebook. In questo modo ho una casa mia e non devo dipendere al 100% da altri.

Questo articolo sarà il primo ad essere pubblicato con un proprio link sulla Pagina: in questo modo posso, anche volendo, spenderci qualche euro per darli visibilità e cercare di portare traffico sul sito maurogadaleta.it.

Come scritto sopra, Flàshati PhotoBooth Matera, non è l’unica azienda che propone il servizio del PhotoBooth. Quali possono essere i fattori che una sposa debba scegliere me piuttosto che un’altra azienda?

Se leggi gli articoli già pubblicati, se vedi qualche video sulla mia Pagina, se leggi le recensioni che ci sono sempre sulla Pagina, di motivi per scegliere me ce ne sarebbero. Ma non voglio vantarmi troppo, anzi non sono il tipo, e con questo articolo ti voglio svelare un ulteriore motivo di scelta.

In un matrimonio, nelle tre ore in cui vengo chiamato per far divertire gli ospiti e regalare loro un ricordo indelebile dell’evento (la foto cartacea che viene stampata all’istante dopo lo scatto fotografico), il più delle volte capita che i “protagonisti dello scatto” siano gruppi di amici o parenti degli sposi.

Due, tre, quattro, a volte anche oltre dieci persone che vogliono farsi la foto simpatica e ricordare un momento goliardico di quel giorno speciale per la sposa e lo sposo.

Ci si maschera sapientemente: c’è chi indossa un occhiale colorato, chi preferisce una parrucca, chi opta per un cappello da cowboy, chi è al naturale per scelta o perché non ha avuto il modo di scegliere nessun props poiché negli ultimi secondi inserisce la sua testa e partecipa alla foto. Pochi secondi in posa, immobili, e voilà lo scatto è fatto.

Fatta la foto, la stampante professionale DNP del totem procede alla stampa. Nel matrimonio le stampe sono due:

  • una copia viene data agli sposi a fine servizio (inserita nell’album o nella cassettina porta foto);
  • una copia viene data ai protagonisti dello scatto.

E quando consegno la copia per il gruppo la domanda che il più delle volte mi viene fatta è: “Si possono avere altre copie?”.

La mia risposta è sempre la stessa: “Mi dispiace, ma la stampante stampa solo due copie, una per voi e l’altra per gli sposi!”

Giustamente se il gruppo che si è fatto la foto è formato da 10, 8 ma anche solo 2 persone, chi si deve prendere la copia cartacea che io gli consegno?

Il problema non è del sottoscritto, io risolvo la questione proponendo loro due opzioni:

  1. procedere a farsi un altro scatto fotografico o altri fino al raggiungimento del numero di foto che il gruppo desidera;
  2. andare il giorno dopo sulla Pagina Facebook Flàshati PhotoBooth Matera e prendere da li la foto appena fatta.

Ma, rullo di tamburi, il problema può essere risolto con un escamotage che l’azienda Flàshati ha.

La possibilità, attraverso un’applicazione che si collega tramite bluetooth al totem, di poter stampare una doppia, una tripla, una quadrupla (o quante se ne richiede), copia della foto fatta poco prima!

Ebbene si, tutto vero. Tutto realizzabile e tutto reale da sempre!

Il nostro software, ricordiamolo sviluppato direttamente da noi, permette di poter offrire questo ulteriore servizio per chi ci sceglie!

Il problema quindi non sussiste in uno scatto fotografico richiesto da un gruppo di amici o parenti non “legati” tra di loro.

Se durante un matrimonio, vengono moglie e marito, la zia e lo zio dello sposo, a volersi fare una foto, la copia cartacea che io gli consegno gli va bene tranquillamente. Abitano nella stessa casa e la foto consegnata, incorniciata magari il giorno dopo in un quadro, potrà essere vista da entrambi per sempre in futuro.

Se invece, durante un matrimonio, vengono due amiche che vogliono farsi una foto simpatica e ricordare indelebilmente il giorno del matrimonio della loro amica, quando li consegno la copia cartacea, il problema è: chi se la prende la foto?

Io le invito a farsi un secondo scatto ma il secondo scatto, per esempio, può non essere venuto bene come il primo: nel primo entrambe sorridevano beatamente, nel secondo una delle due non è venuta foto-genicamente al 100%. La seconda copia cartacea rimarrà ad una delle due amiche ma questa non sarà soddisfatta al 100%.

Questo problema, Flàshati Matera lo risolve stampando il primo scatto (quello venuto benissimo, con le due amiche che sorridevano beatamente entrambe) non 2 volte bensì 3 volte!

Nell’esempio delle due amiche della sposa quindi:

  • una copia viene data agli sposi a fine servizio (inserita nell’album o nella cassettina porta foto);
  • una copia viene data alla prima delle due amiche protagoniste delle scatto;
  • una copia viene data alla seconda delle due amiche protagoniste delle scatto.

Lo scatto è uno, la stampa è fatta per tre volte.

Bello vero?

Questo servizio della copia ulteriore è un altro nostro servizio, conteggiato separatamente nel contratto, che noi di Flàshati PhotoBooth Matera possiamo proporre a chi ci sceglie.

Questo è un ulteriore motivo che una sposa, nel caso di un matrimonio, o chiunque altro voglia usufruire del nostro servizio, ha a disposizione per scegliere noi.

Il tuo obiettivo, quando c’è Flàshati PhotoBooth Matera in un evento è solo uno: divertiti a farti il tuo selfie stampato!

Null’altro!

Se è in atto nel noleggio anche la possibilità della doppia/tripla copia, o anche di più, a te basta fare solo uno scatto: poi quante copie ti servono noi ti stampiamo e ti consegniamo.

Quello che ti rimane da fare adesso è solo uno: chiamarci!

Flàshati Matera: il divertimento te lo stampiamo!

Mauro Gadaleta

Flàshati Matera

Il primo Party degli Sposi

48181050_2144255055827741_1800208436579794944_o

Dal 22 al 26 Novembre scorso ho partecipato alla Fiera Sposi “Non Solo Sposa” di Tito. E’ stata la mia prima Fiera Sposi a cui ho partecipato dopo un anno di vita di Flàshati PhotoBooth Matera.

Le considerazioni le ho scritte in un articolo.

Era la nostra prima esperienza in questo determinato contesto, naturalmente, come molti ci hanno detto, le conclusioni e considerazioni vanno fatte a distanza di mesi. Io, da inesperto, immaginavo che avrei firmato un casino di contratti direttamente nello stand: ma non è andato come mi immaginavo.

Mentre ero nei giorni di organizzazione della Fiera di Tito, giorni davvero intensi e molto particolari, ho ricevuto la chiamata di Giusy Forliano, la titolare dell’Hotel Forliano di Bernalda (MT).

Alcuni giorni prima, a Matera, presso il Villaggio di Babbo Natale, Giusy mi aveva chiesto il mio bigliettino da visita. Mi aveva direttamente lei fermato, avendomi visto in occasione di una mia visita di ispezione alla postazione di Flàshati Matera nel Villaggio Dichio.

Giusy Forliano si presenta e mi espone la festa che sta organizzando, che ha in mente di mettere in atto assieme a dei fornitori: e mi invita a parteciparvi.

L’idea mi stuzzica. Si svolgerà il 27 Dicembre in serata, sarà un ulteriore occasione per conoscere gente nuova, colleghi del wedding nuovi, farmi conoscere ancora, mettermi in luce, regalare ancora sorrisi a coppie che non mi conoscono ancora, stampare il loro divertimento.

Giusy mette subito in chiaro che non si parla di grandi cifre per ogni fornitore che verrà chiesto: il motivo che fa scaturire la mia risposta.

Accetto! Sono molti i motivi che mi spingono a parteciparvi, ancor più che non è la classica Fiera Sposi a cui sto per parteciparvi a Tito. Non si tratta di un wedding day, il nome dell’evento è Il Party degli Sposi.

Dietro all’organizzazione dell’evento c’è un professionista del marketing e della comunicazione che coordinerà i post che andremo a pubblicare su Facebook in avvicinamento alla data del 27. Creerà le immagini che andremo a collegare nei post su Facebook. Stamperà e distribuirà il materiale cartaceo dell’evento. Si occuperà dell’organizzazione marketing per far si che l’evento riesca nei migliori dei modi.

Ovviamente sarà poi compito di ogni fornitore che parteciperà al Party invitare, coinvolgere, informare più gente possibile, ovviamente in target con l’evento, ovvero futuri sposi del 2019, che non hanno ancora scelto dei fornitori o che sono in fase di organizzazione del loro matrimonio.

Saremo dieci i fornitori del wedding che parteciperanno al primo Party degli Sposi, ovvero:

  • Hotel Forliano – Sala Minerva. Bernalda

Struttura che si trova in territorio di Bernalda, precisamente sulla strada statale Basentana. E’ un albergo con camere e una sala ricevimento, denominata Sala Minerva, dove organizza e partecipano banchetti nuziali.

  • Tussah. Ferrandina

Un atelier di abiti da sposa a Ferrandina molto importante e conosciuto.

  • La Dolce Vita – Policoro

La Dolce Vita è specializzata nella vendita di oggetti di design per la casa, di bomboniere di qualità e di introvabili “chicche” per un regalo raffinato ed originale.

  • Fotografia Digit@lab Cesare Mele – Policoro

Cesare Mele è un fotografo che opera da diverso tempo nel mondo del matrimonio. E’ un professionista che con il suo studio Digi@lab è sinonimo di ricerca e cura nei dettagli.

  • Autonoleggio Il Maggiolino – Martina Franca

Un’azienda che da oltre 10 anni si occupa del settore dell’autonoleggio nel matrimonio per offrire auto storiche, lussuose e particolari nel giorno del matrimonio.

  • SkinLAb – Ferrandina

Il “laboratorio” dove è possibile fare epilazione, trucco, sbiancamento dentale, solarium, ricostruzione unghie, pressoterapia. Il luogo per farsi belli per il giorno del matrimonio.

  • Gala Fiori – Scanzano Jonico

Azienda che si occupa di allestimenti fiorisciti per matrimoni, ingrosso e dettaglio si fiori e piante e articoli vari.

  • Barbaro Band – Ginosa

Un team di professionisti per la musica nel matrimonio.

  • A Sud Travel – Policoro

Un’agenzia viaggi per organizzare, scegliere e prenotare il tuo viaggio di nozze.

  • Flashati PhotoBooth Matera – Policoro

Dieci fornitori fondamentali nell’organizzazione di un matrimonio.

Dieci fornitori che potranno aiutarti a rendere il giorno del tuo matrimonio un giorno speciale.

Se sei in fase di organizzazione del tuo matrimonio, nel Party degli Sposi potrai trovare spunti, idee, consigli e suggerimenti direttamente dagli stessi fornitori.

Se hai già scelto alcuni dei fornitori e sei alle fasi finali dell’organizzazione del tuo matrimonio, nel Party degli Sposi potrai scegliere il “tocco finale” per rendere il tuo giorno più bello.

Il primo Party dedicato a gli sposi

 

Mauro Gadaleta

 

Flàshati Matera

I pareri dei nostri clienti

 

close up of text
Photo by Pixabay on Pexels.com

Dopo aver venduto un servizio lavorativo, di qualunque genere esso sia, o dopo aver venduto un qualunque prodotto, conoscere, sentire o leggere il parere del cliente a cui si è venduto tale servizio o prodotto è fondamentale.

Non avere un feedback, positivo o negativo che sia, non ti aiuta a migliorarti, a capire dove stai facendo bene o cosa stai facendo male.

Vendere il proprio servizio e rimanere all’oscuro delle considerazioni del cliente ti lascia la consapevolezza che magari stai facendo un grande lavoro, che il tuo servizio piace a tutti, che il tuo prodotto venga percepito come di fondamentale importanza. Quando invece le cose stanno ben diversamente se solo chiedessi esplicitamente il parere scritto o vocale al tuo cliente finale.

Fin dall’inizio uno dei miei più grandi scopi è stato proprio quello:

  • chiedere esplicitamente dopo ogni servizio la recensione scritta da parte del mio cliente sulla mia pagina Facebook;
  • chiedere la recensione sul sito matrimonio.com se la sposa fosse li presente.

Sapere cosa ne pensa la diretta interessata o il diretto interessato del mio servizio è per me molto importante per rendermi conto se sto facendo bene, se il PhotoBooth è stato gradito nell’evento in cui era stato presente.

Avere scritte le recensioni sulla mia pagina e poterle altra gente leggere ti permette anche di farti conoscere a chi non sa chi sei o cosa fai.

Il PhotoBooth è un servizio particolare, non molto conosciuto anche dai giovani o giovanissimi. Questo provoca:

  1. dapprima stupore all’inizio dell’evento dove siamo presenti: ma cosa è sta cosa? cosa fa? le classiche domande.
  2. successivamente soddisfazione dopo aver provato il nostro PhotoBooth e averne capito l’utilità.

Per cui, in questa situazione di piccola nebbia da parte del mio utilizzatore finale, avere delle recensioni scritte è molto importante e ho deciso anche di scrivere questo articolo mettendole ulteriormente in evidenza.

Ecco le recensioni/consigli sulla Pagina Facebook. Le ho elencate tutte.

ventunesima

Questa recensione di Francky Di Bella è di parte, lo ammettiamo: anche lui è un affiliato Flàshati e ci ha voluto, 3 giorni dopo il “nostro inizio” augurarci il meglio così.

diciottesima

Natalizia Gadaleta è mia sorella e in occasione del suo quarantesimo compleanno a Molfetta li ho proposto che portavo il PhotoBooth per far divertire gli invitati.

Era il mio secondo evento che facevo. Nessuno sapeva cosa fosse, nessuna conosceva la benché idea di cosa potesse servire il mio totem. Quando l’ho acceso e hanno iniziato a capirne il funzionamento e l’utilità è stato un susseguirsi di scatti e stampe: un successo!

diciasettesima

Il parere conciso e preciso della figlia del titolare della sala ricevimenti Villa Cirigliano in abbiamo lavorato molto e dove abbiamo partecipato alla prova pranzo del 30 aprile 2018.

sedicesima

Questa recensione è molto importante: è la prima recensione fatta da una sposa che ha scelto Flàshati Matera.

quindicesima

Leonardo Adduci è l’organizzatore dell’evento motociclistico South Bike Show a cui ho partecipato nel mese di maggio a Sibari. L’angolo del PhotoBooth era una novità per questo tipo di manifestazione e ha riscosso molta curiosità tra gli appassionati delle due ruote.

quattordicesima

Questa recensione è spontanea, fatta da un’amica di qualcuno o qualcuna con cui ho lavorato.

tredicesima

Anche questa recensione è molto importante come quella di Lo Mary. Il compleanno di Marta Russo a cui abbiamo partecipato con il nostro PhotoBooth a Foggia è stato il primo evento ufficiale.

dodicesima

Il matrimonio di Carmelo e Maria Grazia è stata una festa a cui hanno partecipato tantissime persone di Policoro, molti ragazzi e ragazze. Ci tenevamo molto a fare una bella figura per farci conoscere e apprezzare dalle persone della città dove abbiamo sede. E lo è stato!

undicesima

L’evento della palestra Jump di Altamura è stato organizzato direttamente con la sede di Catania. Alessandro aveva contattato Salvo Di Guardia, il titolare di Flàshati PhotoBooth, per poi essere io colui che doveva operare fisicamente essendo il più vicino ad Altamura.

Siamo stati con il nostro PhotoBooth protagonisti anche noi di una bellissima festa a tema organizzata, appunto dai titolari della palestra Jump, con alcuni sponsor, per festeggiare la fine della stagione 2018. Molto ben riuscita e coinvolgente.

decima

Grazie alla collaborazione con il ristorante Nonnandò, già specificato in precedente articolo, sempre su questo blog, abbiamo ideato l’Happy Birthday Box, la festa di compleanno alternativa alle solite feste viste e riviste in zona.

In uno scenario diverso (un ristorante in campagna a contatto con la natura), con il box per tutti i bimbi in stile Mc Donald’s, con la presenza del nostro PhotoBooth per permettere di portarsi a casa un ricordo del compleanno, Maristella aveva quindi scelto di festeggiare il compleanno di suo figlio Giuseppe.

nona

Il primo contratto che abbiamo firmato, fatto durante la prova pranzo del 30 Aprile. Antonella e Giovanni sono stati i primi che ci hanno voluto fortemente al loro matrimonio: anche questa è una recensione importante.

Oltretutto, Lellinagiò è stata la nostra prima cliente che ci ha scelto per la seconda volta, seppur indirettamente (il PhotoBooth come regalo per il compleanno dei diciotto anni di sua nipote).

ottava

La considerazione di uno sposo che ci ha scelto dopo pochi giorni dalla prova pranzo del 30 Aprile.

settima

Fabio e Carmen erano invitati al matrimonio di Lo Mary il 19 Maggio. Io li ricordo quando si sono fatti la foto con il nostro PhotoBooth.

Ovviamente in qualsiasi evento in cui ci siamo, speriamo che qualche invitato, vedendoci all’opera, riscontrando l’utilità del servizio e la nostra professionalità, ci possa in futuro chiamare per qualche suo evento o ci faccia pubblicità.

Nel matrimonio di Maria, il nostro primo matrimonio, la speranza di cui sopra era scontata. Detto fatto! Fabio ci ha chiamato giorni dopo, abbiamo firmato il contratto e, con molta gioia, siamo stati protagonisti del DIVERTIMENTO STAMPATO anche al suo matrimonio.

sesta

Rosanna l’abbiamo conosciuta direttamente al suo matrimonio, abbiamo organizzato il tutto prima con sua mamma e poi tramite cellulare. Il risultato del nostro servizio è stato apprezzato!

quinta

L’impegno con Valeria è stato per la sua laurea. E’ stato un’impegno svolto a Casamassima in provincia di Bari.

quarta

Anche Mariella è stata una sposa “pescata” durante la prova pranzo del 30 Aprile a Villa Cirigliano.

terza

Questa è la recensione di una sposa che abbiamo conosciuto e con cui abbiamo lavorato tramite Marta Caruso, la fotografa di Pisticci.

Nell’articolo del 15 Ottobre abbiamo parlato della collaborazione con Marta che è nata così per caso. Ci auguriamo che possano esserci altre occasioni di lavoro in quanto Marta è una persona molto competente nel suo settore, molto disponibile e molto brava. E avere delle amicizie così che possono portarti delle opportunità di crescita non solo per noi ma anche per Marta è sicuramente qualcosa da coltivare.

seconda

Monia è la mamma di Giuseppe, il fidanzato della nipote di Lellinagiò. Monia ci ha visto all’opera in occasione del compleanno della fidanzatina di suo figlio. Il giorno dopo era il compleanno di suo figlio, il diciottesimo. Ci ha voluti assolutamente. Con un’organizzazione lampo siamo riusciti a dare soddisfazioni e divertimento anche al diciottesimo di Giuseppe!

prima

La nostra presenza al suo matrimonio è stata una sorpresa organizzata dai suoi amici. Come scrive Valentina: abbiamo contribuito a far divertire ancor di più tutti gli invitati.

Poi ci sono le due recensioni pervenuteci sulla nostra vetrina che abbiamo sul sito matrimonio.com, eccole.

matrimonio prima

Emanuela Acito, la sposa pervenutaci attraverso la collaborazione con la fotografa Marta Caruso, oltre a lasciarci la recensione sulla pagina Facebook, è stata così gentile da lasciarci il suo parere anche su matrimonio.com.

matrimonio seconda

Carmen è la moglie di Fabio Bruno, lo sposo che ci ha scritto sulla pagina.

Con queste due recensioni abbiamo ottenuto il Bollino Bronzo.

bollino

Cercheremo di raggiungere prossimamente altri traguardi sul sito per eccellenza del wedding!

 


 

Tutti contributi scritti che sono su internet.

Contributi che sono importantissimi per farci conoscere da chi non ci conosce.

Contributi che servono a farci pubblicità e spingere coloro che sono titubanti all’idea di usufruire del PhotoBooth per il loro evento invece a usarlo.

Siamo anche presenti su Google Maps con la nostra attività, ecco il link.

Sono gradite anche qui le recensioni! Clicca e scrivi cosa pensi di noi!

Ci auguriamo ovviamente che il prossimo anno queste recensioni aumentino a dismisura, come gli impegni che vorremmo ci fossero.

 

Mauro Gadaleta

 

Flàshati Matera

Non Solo Sposa 2018: considerazioni

Sono trascorsi oltre 7 giorni dalla fine della fiera Non Solo Sposa di Tito a cui abbiamo partecipato.

E’ stata la nostra prima partecipazione ad un evento di grande importanza qual’è considerata l’evento che Basilicata Fiere organizza ogni anno per il settore wedding, l’unico nella regione lucana.

Ricordo inizialmente come è andata, fin dal primo contatto che ho avuto con il sig. Vincenzo, l’organizzatore degli stand.

Lo avevo io personalmente contattato, recuperando il suo numero, fin da Gennaio di quest’anno. Era da poco che avevo intrapreso l’attività di Flàshati ma mi stavo già organizzando per il futuro.

Ci eravamo visto e sentiti telefonicamente per capire il costo che ci voleva per uno stand, come funzionava, ecc.

Durante l’inizio dell’estate dovevamo incontrarci per firmare il contratto e pagarli io il 20% dell’importo per bloccare lo stand. Purtroppo degli imprevisti non mi hanno permesso di vedere Vincenzo ma a Luglio lo avevo ricontattato e fissato un appuntamento per stabilire il tutto.

Con lo stand (3 metri x 3 metri) bloccato avevo già creato l’evento sulla mia pagina Facebook. Ero pronto a iniziare a progettare il tutto. Un mese prima ogni giorno ho inserito, sulla pagina dell’evento, un countdown per “elettrizzare” chi vedeva l’evento. Che avevo ovviamente anche sponsorizzato.

Mi sono anche affidato a Eventbrite, un sistema online che permette di vendere i biglietti e pubblicizzare un tuo evento. Ovviamente l’ingresso in fiera era gratuito ma io ho utilizzato anche questo canale per:

  1. diffondere la mia presenza in fiera,
  2. acquisire indirizzi email,
  3. provare questo nuovo strumento.

Sabato 17 Novembre sono stato con Martina a vedere il mio stand e vedere cosa e quanto portare di materiali per abbellirlo.

Ovviamente con l’aiuto di Martina avevamo già studiato e messo su carta la bozza del nostro progetto di stand: ecco la foto.

stand

Aver avuto modo di visionare lo stand nudo ci ha fatto capire e confermare ancor più che la nostra bozza andava perfettamente bene.

stand1

Il mercoledì mattina (21 Novembre) poi abbiamo iniziato a portare la maggior parte del materiale e a iniziare a montare il nostro stand.

Alla fine, giovedì 22 Novembre alle 16.30 eravamo pronti a iniziare la nostra prima fiera wedding in questo modo:

stand2

Sono stati 5 giorni intensi per il sottoscritto lavorativamente poiché ho dovuto conciliare tante cose e farle combaciare. Difatti, sia il giovedì che anche il venerdì e lunedì, la mattina mi dedicavo al mio classico giro per Marr, poi alle 15-15.15 partivo per Tito per essere lì pronto alle 16.30.

La distanza chilometrica non era breve: oltre 100 km per raggiungere il Quartiere Fieristico di Tito.

Il sabato e la domenica sono stati due giorni più tranquilli in quanto la mattina non avevo impegni. Ma di contro in fiera invece sono stati i due giorni di maggior afflusso di visitatori. Inoltre in entrambi i giorni non ero solo nello stand ma c’era anche Martina a farmi compagnia.

All’inizio, prima che iniziasse la fiera, ero speranzoso che durante l’evento avrei preso tanti contatti, avrei affrontato tante coppie, avrei parlato con tanti potenziali miei clienti, ma: non è stato così!

Ho avuto modo di confrontarmi con coppie le quali mi chiedevano loro informazioni, senza che io forzassi la loro attenzione (come facevano la maggior parte degli standisti in fiera), ho fatto “provare” il totem ad alcune persone che non lo conoscevano e che volevano ricevere la foto cartacea, ho lasciato dépliant e il mio bigliettino da visita a gente che me lo richiedeva ma senza quelle speranze che mi ero fatto.

Non c’è stato quel casino che avevo io immaginato e sperato. 

Avevo certamente io false credenze: in una fiera di settore, con diversi fornitori, non puoi “sperare” che ci sia la folla della gente nel tuo stand. Poi, ribadisco, il mio atteggiamento era molto differente dagli altri standisti (almeno quelli che erano vicini a me): io non fermavo ogni persona che passava davanti, io parlavo SOLO con chi si fermava volutamente interessata. Penso che le somme si debbano tirare dopo 4-5 mesi dall’evento e vedere se l’investimento della fiera abbia portato benefici o solo visibilità.

Comunque ho firmato un contratto con una coppia in fiera per il loro matrimonio del 31 Agosto 2019 e speriamo sia di buono auspicio.

Ogni sera, dopo che alle 21.00 terminata la giornata, mi sobbarcavo un’altra ora e un quarto di strada, ascoltando in auto i podcast, per raggiungere casa.

Dovete sapere che da molto tempo non ascolto più la radio ma solo podcast. Credo siano un’ottimo strumento per imparare ed essere sempre aggiornato, piuttosto che ascoltare la radio senza un tuo ritorno di beneficio!

Sono sempre tentato di creare io un podcast: la mia intenzione e mettere in audio tutti gli articoli che ho scritto fin’ora e quelli futuri. Che ne pensate?

E così, giovedì sera di ritorno, mi è venuta la “voglia” di mettere in audio la considerazione e raccontare come era andata la prima giornata in fiera.

Poi, i successivi giorni, sentivo il dovere di continuare questa bella abitudine di raccontare la giornata in fiera attraverso degli audio, registrando le mie considerazioni.

  • 23 Novembre
  • 24 Novembre
  • 25 Novembre
  • 26 Novembre

Non voglio comunque dimenticare l’ospite dell’evento Non Solo Sposa del 2018, la bellissima attrice Laura Torrisi, che è stata presente a Tito la domenica. Si è fatta il giro di tutti i standisti presenti facendosi una foto con loro.

Per noi pochi minuti di notorietà ma belli che ci hanno lasciato la foto ufficiale prese dalla pagina Facebook di Fiera Non Solo Sposa:

46850128_1198549310311075_811759663736422400_n

e quella nostra fatta con il nostro PhotoBooth:

Non Solo Sposa 2-20181125194142

In conclusione, non rinnego l’aver voluto fortemente partecipare a questo evento, credo, e spero, che ci possano essere dei risultati nei prossimi mesi.

Un’attività come Flàshati ha bisogno di una vetrina come la fiera del settore, almeno una all’anno. Sono consapevole che oramai i canali per acquisire contatti sono altri ma la fiera wedding resta un mezzo da prendere in considerazione.

 

Mauro Gadaleta

Flàshati Matera

Si Salvy con il PhotoBooth

salvy

Nel primo anno di nostra attività la spinta decisiva fondamentale che ci ha fatto conoscere e sceglierci all’inizio, è stata, senza ombra di dubbio, l’aver partecipato alla prova pranzo del 30 Aprile scorso a Villa Cirigliano.

Ne abbiamo parlato e scritto in precedenza di questa situazione, inutile raccontarla nuovamente, ma mi piace ribadire il concetto che grazie a quella partecipazione abbiamo preso ben 11 matrimoni.

A Villa Cirigliano, nel borgo di Pane e Vino, a pochi chilometri da Policoro, io personalmente sono di casa. Martina, mia moglie, lì, a Pane e Vino, ci ha abitato per oltre dieci anni, in quanto nella sala ricevimenti di Villa Cirigliano suo padre ci lavora da quasi trent’anni.  Mi sento anche io di casa lì: è un ambiente molto familiare.

Quando ho iniziato con Flàshati non nego che ho pensato che era quasi “scontato” il dover approfittare di Villa Cirigliano per avere impegni con Flàshati PhotoBooth Matera. In che senso? Giacché il PhotoBooth si abbina molto bene con il matrimonio, essendo Villa Cirigliano sul campo dei matrimoni da anni, il mio servizio poteva essere una nuova opportunità e servizio per gli sposi che sceglievano Villa Cirigliano.

Inutile nascondere questo mio pensiero personale.

Ma non mi andava e non sono il tipo che voleva insistere nel far imporre il mio nuovo servizio. Lì a Villa Cirigliano ci sono oramai delle abitudini, dei fornitori storici, delle usanze che non potevo certo io andare a smuovere. Volevo che la scelta del PhotoBooth fosse naturale.

Alla prova pranzo del 30 aprile erano presenti, come fornitori, altre a Flàshati anche l’organizzazione che si occupa della musica e dell’animazione resident a Villa Cirigliano: la Salvy Spettacoli.

La Salvy Spettacoli è un’agenzia di Policoro specializzata nell’organizzazione di eventi. Come dice il nome stesso, è un’agenzia di spettacoli: soddisfa richieste di musica, animazione, scenografie per il matrimonio ma non solo.

Il suo titolare, Salvatore Laguardia, è un ragazzo che mia moglie conosce benissimo ma che anche io ho avuto modo di conoscere fin da quando mi sono trasferito a Policoro. Salvatore, oltre ad essere resident come azienda curatrice della parte artistica di un matrimonio a Villa Cirigliano, gestisce un’altra attività di spettacoli: l’Orchestra Les Bohémiens. Altra struttura di animazione e spettacolo collegata che viene scelta da parte delle coppie, non solo in Basilicata, che però si sposta dove viene richiesta.

Dopo la prova pranzo, in cui, come ho anche ribadito all’inizio, ho preso molti contatti durante la giornata, ma anche dopo, ho ricevuto la chiamata di Salvatore Laguardia.

Io sinceramente non avevo minimamente pensato ad informarlo della mia partecipazione alla prova pranzo:

  1. ci eravamo proposti direttamente alla titolare di Villa Cirigliano la quale ci aveva dato l’ok, e quindi immaginavo che Salvatore fosse stato avvisato;
  2. seppur anche la Salvy Spettacoli permette, nel momento del taglio della torta, di farsi un selfie con una cornice e degli oggetti simpatici, Flàshati era completamente differente come servizio, quindi non andavano in contrasto i due servizi.

Seduti ad un tavolino di un bar, bevendo un caffè, Salvatore si complimenta della mia nuova attività ma mi rimprovera per non averglielo fatto sapere mesi prima: avrebbe proposto Flàshati PhotoBooth in tutti i contratti che andava a firmare con le future coppie che sceglievano la Salvy Spettacoli come agenzia musicale/spettacoli nel loro matrimonio.

La mia è stata sicuramente una dimenticanza, un ci avevo pensato e ritenuto non importante ma, come detto, per Salvatore è stato un errore! Da quel giorno in poi mi informa che proporrà il mio servizio di photobooth ai futuri sposi che lo sceglieranno in modo tale da avere anche lui un servizio aggiuntivo alla lista delle “cose” che può proporre agli sposi.

La collaborazione è nata!

E i risultati si vedono: infatti ricevo, un pomeriggio, pochi giorni dopo quel caffè, la chiamata di Salvatore che mi chiede se per il 9 Giugno 2018 ero disponibile con il PhotoBooth. Guardo l’agenda e mi accorgo di non avere nessun impegno: primo evento preso. Si tratta del matrimonio a Villa Cirigliano di Rosella e Genni.

Da li in avanti svolgo altri 6 impegni che ricevo da Salvatore, l’ultimo dei quali lo scorso 27 Ottobre 2018. Oltre che a Villa Cirigliano, ho avuto modo di essere presente, con Flàshati, a Viggiano, a Montalto Uffugo in Calabria, a Latronico, a Ferrandina. Insomma, seppur Salvatore lo abbia saputo solo il 30 Aprile della mia situazione del PhotoBooth, è riuscito a piazzarmi in 7 eventi!

Un ringraziamento dovuto a Salvatore e a tutti i professionisti che lavorano per la Salvy Spettacoli.

La Salvy Spettacoli è una realtà consolidata sul mercato, molto conosciuta e apprezzata: questa nostra collaborazione, che spero possa continuare anche quest’anno e non solo, porterà a Flàshati PhotoBooth Matera solo vantaggi!

 

Mauro Gadaleta