Flàshati Matera

La sfida delle Live

Facebook oramai lo usiamo tutti, tutti sappiamo postare una frase e condividerla con i nostri amici.

Mettere una foto o pubblicare un video è semplicissimo e tutti lo fanno.

Ma chi di voi utilizza le Live nel maggior social network in circolazione?

Secondo una ricerca sono pochi coloro che utilizzano questo strumento di forte impatto sul proprio profilo Facebook.

Se un post riscuote solo il 4% di visualizzazioni, un’immagine arriva al 8%, un video si attesta al 15%, con le Live si riesce a raggiungere anche il 25% di visualizzazioni.

Questi dati dimostrano che utilizzare questo strumento è molto utile per raggiungere una grande fetta di pubblico. Un ottimo strumento di marketing.

Io personalmente non li avevo MAI utilizzati, non sapevo minimamente come iniziare a fare una diretta Live, un po’ mi vergognavo a mettermi in un video, a parlare, a intrattenere la gente, perlopiù in diretta. Quindi senza possibilità di rifarlo se qualcosa era andata male o avevi sbagliato a pronunciare qualche parola in modo non corretto.

Attraverso la Pagina di Wedding Revolution ho superato questa barriera! Sono uscito dalla mia zona di confort, mi sono messo in gioco, ho accettato questa sfida.

Per 11 giorni, in un gruppo chiuso, assieme ad altri partecipanti a questo “gioco”, ho fatto una Live di 60 o 90 secondi in cui parlavo dell’argomento che Stefano (uno dei fondatori di Wedding Revolution) ci diceva di argomentare.

È stato bello superare questa paura che avevo.

È stata positiva come cosa. Ho imparato a farli, ho imparato a utilizzarli. Adesso, non vi nego, ho voglia di utilizzare questo forte strumento di marketing per Flàshati Matera, sempre più spesso.

Mi sono accorto che hanno un buon impatto come visibilità, riesco, di volta in volta nell’utilizzarli, ad essere sempre meno impacciato.

Di strada ce ne ancora molta da fare ma sono pronto a percorrerla.

Annunci
Flàshati Matera

Altra novità per il 2019: il sito per gli sposi!

Screenshot_20181112-151025_Drive

Eccola la locandina che abbiamo preparato per annunciarlo!

Eccola la locandina che abbiamo stampato per annunciarlo in fiera!

Eccola la locandina che abbiamo utilizzato per condividerla sui social!

In un momento di piena esplosione della tecnologia, non poteva mancare la diffusione dei siti che annunciano il matrimonio.

Il sito del matrimonio risulta essere una vera e propria vetrina per la sposa e lo sposo: oltre al countdown che evidenzia l’avvicinarsi della fatidica data, vengono esaltati giustamente i due protagonisti, la loro storia, la loro vita, le loro abitudini. Il sito poi viene utilizzato come contenitore anche per tutte le foto che verranno scattate durante il giorno del matrimonio condivise attraverso un hastag specifico. Infine è utilizzabile anche come “raccoglitore” di soldi per la lista nozze.

Senza dimenticare che attraverso il sito puoi dare risalto ai testimoni, aiutare tutti gli invitati a raggiungere la sala ricevimenti dove avverrà la cerimonia e la chiesa, attraverso la localizzazione e la mappa di Google Maps, avere un blog dove gli sposi possono raccontare degli aneddoti della loro storia, della loro vita, una newsletter per inviarla a dei indirizzi email.

Tante funzioni e motivi per apprezzare il sito e utilizzarlo per coppie tecnologiche. Un modo nuovo di vivere il matrimonio, di rendere pubblica la storia di due ragazzi.

Personalmente ero a conoscenza di questa nuova opportunità che gli sposi possono utilizzare, anche personalmente, senza il tramite di nessuno, ma non li avevo dato il giusto peso.

Luigi Pizzuto, il collega pugliese di Flàshati Lecce, mi ha raccontato nello specifico la sua collaborazione con GoWeddy, un sito specifico per raccontare un matrimonio attraverso il sito.

Luigi mi aveva parlato dell’esperienza che aveva avuto con una coppia che aveva voluto usufruire di GoWeddy e lui era stato il curatore e il progettatore del loro sito. Oltre a venderli il photobooth e tutti i corredi del caso, aveva avuto modo di proporli il sito: i due sposi rimasti entusiasti e avevano accettato.

Cosi, tramite anche il supporto di GoWeddy, aveva creato da zero il tutto.

Era piaciuto molto agli sposi, ai loro invitati. Il video poi era stato condiviso sui social, lo puoi vedere qui.

Successivamente a questa prima esperienza per Luigi, la situazione della vendita del sito nel pacchetto che Luigi proponeva, si era ripetuta per altre volte.

—————————————-

 

Su internet ci sono una marea di siti e aziende che danno l’opportunità di creare in proprio un sito, che mettono a disposizione dei software, dei programmi per creare il tutto. E’ difficile orientarsi, capire quale scegliere, su quale puntare.

Io ho voluto fare la stessa scelta del collega Luigi, optando per GoWeddy di Torino. Con GoWeddy è tutto molto semplice, facile. Una volta scelto il piano di abbonamento, il pannello di controllo è molto intuitivo.

goweddy

Così anche io mi sono convinto a dare questa nuova opportunità alle coppie e a inserire questo nuovo servizio in Flàshati Matera. 

Durante l’appuntamento della fiera Non Solo Sposa di Tito renderò pubblico il tutto e lo proporrò alle coppie che sceglieranno Flàshati PhotoBooth Matera per la prossima stagione. Nulla mi vieta però di vendere il sito anche singolarmente per chi lo vorrà.

Il sito del matrimonio sarà una novità per la prossima stagione.

 

Mauro Gadaleta – Flàshati Matera

 

 

 

Flàshati Matera

Partecipa al nostro contest, vinci il nostro PhotoBooth

i-like-432493_1280

Il contest fotografico come ulteriore opportunità di scelta per il nostro PhotoBooth, ne avevo parlato l’11 Maggio scorso con l’articolo “Il contest fotografico abbinato al PhotoBooth”.

Il contest fotografico è quindi un grande opportunità che può essere vista come:

  • un modo per far partecipare e coinvolgere un gran numero di persone;
  • un modo simpatico e avvincente per far vivere una gara;
  • un modo alternativo e originale per far vincere dei premi;
  • un modo per far aumentare la notorietà del brand.

Tutti fattori interessanti da provare durante la fiera Non Solo Sposa di Tito.

Nel progettare, organizzare e studiare la prossima fiera sposi a cui dovrò partecipare dovevo escogitare un incentivo, un molla, che potesse spingere una coppia a scegliere Flàshati piuttosto che un altro.

Lo sconto del 10%, del 20%, del 50% era la scelta più facile. Troppo facile appunto per scegliere questa.

Già il mio costo è nella norma, non potrei chiedere ancora meno: rischierei di compromettere la piazza e tutti i colleghi e non sarebbe giusto per tutta la categoria. Chi si propone a meno, molto meno, sicuramente non propone un servizio di PhotoBooth o lo propone con risultati scarsi.

Ma in questo articolo non dobbiamo parlare di costi! Dicevamo quindi che fare lo sconto in fiera sarebbe stata la cosa più facile e banale da proporre. Io volevo qualcosa di diverso.

Così ho pensato a indire un contest fotografico che permetterà di vincere il servizio PhotoBooth di Flàshati alla foto che avrà ottenuto più Mi Piace.

Durante la fiera ci saranno curiosi che si avvicineranno allo stand, qualcuno più timido si accontenterà di prendere il volantino, qualcun’altro solo di leggere la locandina. Molti però chiederanno spiegazioni e si vorranno fare la foto.

Tutti ovviamente potranno regalarsi uno scatto stampato dal nostro totem. Se vorranno potranno partecipare quindi al contest fotografico #FlàshatiNonSoloSposa18!

 

Il Regolamento

Durante la Fiera Non Solo Sposa che si svolgerà a Tito, nel Quartiere Fieristico – Zona Industriale, dal 22 al 26 Novembre 2018, Flàshati PhotoBooth Matera, presente con un proprio stand, darà vita ad un contest fotografico denominato #FlashatiNonSoloSposa18.

Nello spazio che Flàshati PhotoBooth Matera avrà durante la manifestazione fieristica, sarà ovviamente presente il totem fotografico dove sarà possibile farsi fotografare con degli oggetti di scena e ricevere all’istante la stampa.

La foto stampata sarà consegnata ai protagonisti dello scatto.

Tutti coloro che avranno ricevuto la foto stampata potranno partecipare ad una gara, appunto un content fotografico, che inizierà il 27 Novembre 2018 e terminerà il 6 Dicembre 2018.

A seguito di una accettazione sulla privacy, opportunamente firmata dai soggetti interessati allo scatto, dopo aver io ricevuto il loro assenso, pubblicherò la loro foto sulla pagina Facebook di Flàshati PhotoBooth Matera (www.facebook.com/flashatimatera/) nella sezione Foto. Ci sarà un Album, che denominerò #FlàshatiNonSoloSposa18, dove andrò a inserire SOLO le foto di coloro che avranno voluto partecipare al contest.

Dal 27 Novembre 2018 fino al 6 Dicembre 2018 la foto, inserita in questo Album, che riceverà più Mi Piace tra tutte quelle che pubblicherò vincerà un mio servizio GRATIS.

Il servizio di noleggio GRATIS consiste nei seguenti servizi:

  • noleggio 3 ore;

  • doppia copia fotografica;

  • album fotografico personalizzato;

  • pennetta USB;

  • cartolina porta foto.

Il 7 Dicembre 2018 comunicherò, sempre attraverso la pagina Facebook Flàshati PhotoBooth Matera la foto che avrà vinto.

Informerò i vincitori e mi organizzerò per il premio

In una fiera dedicata al wedding ci si aspetterebbe che le foto saranno fatte dai futuri sposi e quindi il mio obiettivo di questo content è proporre e permettere di vincere il mio servizio in un matrimonio.

Ma se si verranno a fotografare una coppia che è già sposata e vuole partecipare alla gara e la loro foto sarà quella che riceverà più Like, ovviamente il premio sarà a loro dato. Magari lo utilizzeranno in qualche altra occasione: Flàshati PhotoBooth Matera può esserci in un compleanno, una laurea, un battesimo, un anniversario di nozze, un evento aziendale, una festa privata, un evento pubblico, una sagra, una fiera, in qualsiasi momento lo si voglia!

Al contest fotografico possono partecipare tutti quindi.

 

Mauro Gadaleta – Flàshati Matera

 

 

Flàshati Matera

Il primo anno di attività. Ecco i risultati raggiunti

birthday-cake-843921_1920

Sono un abbonato della rivista Millionaire. A me piace leggere libri, come riviste leggo Millionaire: un interessante mensile che parla di business, di nuove opportunità, di positività.

Sfogliando il giornale, sul numero di Settembre 2017, leggo un articolo che tratta l’argomento del PhotoBooth che mette in evidenzia nello specifico l’azienda Flàshati PhotoBooth.

Rimango affascinato da questo nuovo servizio del PhotoBooth che, importato dall’America, si sta piano piano diffondendo anche in Italia.

Il PhotoBooth coinvolge gli invitati in un matrimonio, permette a tutti i partecipanti di una festa, indistintamente dall’età, di divertirsi davanti ad un totem, mascherandosi con i vari oggetti di scena, farsi la foto e ricevere all’istante la stampa della stessa.

Con l’avvento degli smartphone si è perso oramai l’abitudine di avere tra le mani la foto cartacea, ci si è dimenticati di rivedersi in foto, non tramite lo schermo di un cellulare ma attraverso una stampa tenuta tra le mani.

Inoltre, aspetto ancora più interessante, il PhotoBooth è utilizzabile non solo durante i matrimoni ma anche in qualsiasi evento, anche aziendale.

Leggo approfonditamente l’articolo e invio un’email di informazioni a Flàshati PhotoBooth.

Dopo qualche giorno ricevo la chiamata dal titolare, il sig. Salvo Di Guardia.

La mia intenzione era fare da tramite tra l’azienda Flàshati e l’utilizzatore finale. Vendere quindi il PhotoBooth senza esserne proprietario; volevo proseguire il mio lavoro di venditore e affiancare questo nuovo prodotto. Salvo Di Guardia invece mi consiglia di diventare un vero e proprio affiliato: con un investimento neanche eccessivo, potevo avere il totem e tutti i servizi connessi all’affiliazione e potevo gestire l’attività personalmente.

Ci penso qualche giorno, ne parlo con Martina, valuto l’investimento, mi informo dei possibili concorrenti presenti in zona, studio la possibilità di riuscita di questo nuovo servizio. Alla fine accetto questa sfida!

Chiamo Salvo e li comunico la mia intenzione di diventare l’affiliato in Basilicata di Flàshati PhotoBooth. E’ un giovedì di Ottobre del 2017, precisamente il 19.

Entusiasta della scelta fatta, pubblico sul mio profilo Facebook questo:2018-10-27_115015

Il giorno dopo pubblico questo post, dando il via all’hastag  #flashatimatera.

2

La mattina di sabato 4 Novembre 2017 ufficialmente parte l’avventura: mi adopero a firmare il contratto di affiliazione, ad inviarlo tramite email e a rispettare gli aspetti burocratici ed economici.

Sono felice, sento di aver fatto una grande cosa, di aver migliorato la mia vita ma sopratutto la vita di altri. Perché, come scrivo nel post del 20 Ottobre 2017, “un giorno senza sorriso, è un giorno perso”. E il PhotoBooth è un validissimo strumento per regalare alla gente sorrisi, emozioni, positività, gioia, spensieratezza, allegria.

Con il vantaggio di ricevere quel momento divertente anche in modo materiale attraverso la ricezione della foto stampata!

Dopo qualche settimana divento editor della pagina Facebook Flàshati PhotoBooth Matera, che l’azienda provvede ad attivare come da prassi per tutti gli affiliati. La pagina Facebook diventa il mio canale principale per diffondere la mia attività.

Inizio a studiare il mondo del PhotoBooth. Inizio a capire come poter farmi conoscere, inizio ad apprendere la basi del marketing che mi serviranno per lanciare il mio servizio: post su Facebook, attivazione del profilo Instagram, lancio di articoli/note sulla pagina.

Il 22 Gennaio 2018 completo la parte burocratica ed economica e mi organizzo con il collega Emilio di Flàshati PhotoBooth Lamezia Terme per andare a prendere materialmente il mio totem. Anche lui è diventato un nuovo affiliato e ha ritirato per mio conto la mia macchina PhotoBooth, essendo più vicino da Adrano in Sicilia, la sede principale di Flàshati.

Siamo a inizio Febbraio (sinceramente non mi ricordo precisamente la data), vado vicino Cosenza presso un ristorante dove Emilio ha già un primo impegno.

Sono emozionato. Carico il mio totem in macchina e torno a casa: la mia nuova attività ora parte veramente e ufficialmente!

Il primo impegno mi viene affidato direttamente dalla Sede. Si tratta di una collaborazione con l’azienda Mondo Convenienza che, per diffondere e pubblicizzare la notizia della loro nuova apertura a Casamassima (BA), durante il carnevale di Putignano, nel loro stand utilizzeranno il mio PhotoBooth, opportunamente marchiato Mondo Convenienza, per far fotografare la gente e regalare la stampa.

3

All’inizio, come ogni attività che inizia, per farsi conoscere e far sapere alla gente una novità, è anche normale fare degli impegni gratis, proporsi in qualunque buona occasione ma senza percepire nessun compenso economico.

Anche io mi adeguo e cosi, in occasione del quarantesimo compleanno di mia sorella a Molfetta, mi propongo di portare il mio nuovo giocattolo alla sua festa e di metterlo all’opera. E cosi il 3 marzo, tra lo stupore degli amici, tra la fierezza dei miei genitori per la mia nuova attività, faccio questo compleanno. Tutti utilizzano questo aggeggio, nuovo alla maggior parte dei presenti, per poter ricevere la foto stampata e poterla portare a casa ricordando il grande traguardo dei 40 anni di Natalizia.

28577885_1964504913802757_2821697306204569600_o

Fare impegni senza percepire un compenso economico all’inizio di una nuova attività per farsi conoscere è normale. Ma anche il partecipare alle fiere di settore, sopratutto nel caso del wedding, qual’è il mio settore, è fondamentale esserci.

Nel mese di Febbraio ricevo la chiamata dalla responsabile dell’agenzia Tratti d’Amore di Bari, la sig.ra Grazia.

Domenica 18 Marzo presso la Masseria Del Parco a Matera, sulla strada che collega la Capitale Europea della Cultura 2019 a Grassano, ci sarà una fiera wedding che coinvolgerà alcuni fornitori del settore e destinata a un pubblico selezionato da invito.

Mi chiedono di parteciparvi data la novità del mio servizio e per mettermi in mostra e magari acquisire dei contatti. Non ci penso due volte e accetto la proposta.

Così la domenica pomeriggio del 18 Marzo, molto propositivo, nell’angolo della sala a me dato, preparo il mio angolo, mettendo in risalto gli aspetti che mi contraddistinguono.

29468649_1972557289664186_4050576437017575424_o

Il 30 Aprile ho l’opportunità di mettermi in mostra nuovamente partecipando ad una prova pranzo a Villa Cirigliano a Pane e Vino. Questa situazione l’ho approfondita con un articolo specifico scritto il 19 Luglio che puoi leggere qui.

Il primo matrimonio di Flàshati PhotoBooth Matera è gratis. Ma mi propongo io in quanto gli sposi sono miei amici e la loro festa mi darebbe molta visibilità poiché gli invitati sono di Policoro.

Anche questa situazione è stata affrontata dal sottoscritto attraverso un articolo specifico che puoi leggere cliccando qui.

Anche i due eventi successivi, ovvero l’evento dedicato alle moto, il South Bike Show a Sibari del 26 Maggio e l’inaugurazione del ristorante Nonnandò del 3 Giugno sono senza nessun compenso economico.

Tra i due eventi, il 1 Giugno, c’è la prima collaborazione con il collega Luigi Pizzuto, l’affiliato di Flàshati PhotoBooth Salento. Questa collaborazione prosegue tutt’ora e consiste nel “prestare” il proprio totem al collega che in uno stesso giorno ha due eventi e non può far fronte solo con il suo totem.

Il nono evento, quello dell’8 Giugno che abbiamo fatto a Foggia, in occasione del quarantesimo compleanno di Maria è finalmente retribuito.

Giustamente il periodo di prova può essere terminato e bisogna adesso concretizzare l’investimento fatto e mettersi all’opera seriamente.

Come più volte detto, precisamente scritto, credevo in quello che facevo e decidevo a Settembre 2017. Credevo che il PhotoBooth potesse piacere alla gente già dall’inizio; ero fiducioso che questa attività che andavo ad iniziare potesse conciliarsi perfettamente con il mio lavoro principale senza togliermi tempo, risorse o energie. Ero positivo.

E i risultati e gli impegni fatti mi hanno dato ragione:

  • 47 impegni fatti;
  • oltre 4400 scatti effettuati;
  • oltre 10000 foto stampate;
  • investimento iniziale ripagato abbondantemente.

Questi risultati in 9 mesi di attività, cioè dall’11 Febbraio al 27 Ottobre, giorno dell’ultimo evento.

L’anno solare ovviamente tiene conto di 12 mesi, ma come raccontato, dalla mia firma sul contratto al primo impegno sono passati quasi 97 giorni.

Questo articolo è scritto il 28 Ottobre, al 4 Novembre mancano 7 giorni. Il 3 Novembre inizio il lavoro presso il Villaggio di Babbo Natale Dichio a Matera, per i dettagli leggi qui. Seppur inizia il 3 Novembre, quindi ancora nel primo anno di attività, non l’ho tenuto in considerazione nelle statistiche per vari motivi.

Mi piacerebbe condividere con voi questi dati.

Tipo di Eventi fatti

29 Matrimoni, 7 Compleanni, 1 Laurea, 2 Fiere, 2 Inaugurazioni, 6 Eventi pubblici

Città toccate

Putignano, Molfetta, Matera, Tursi, Sibari, Tricase, Foggia, Andria, Altamura, Scanzano Jonico, Latronico, Montalto Uffugo, Viggiano, Carpignano, Ferrandina, Marconia, Cassano delle Murge, Bernalda, Casamassima, Lecce, Policoro

Tipo di formato utilizzato

Cartolina verticale 8 volte, Cartolina orizzontale 36 volte, Fotostrip orizzontale 1 volta, Fotostrip verticale 2 volte

Portafoto utilizzato

13 volte Si, 34 volte No

Presa dell’evento

2 da Flàshati PhotoBooth, 3 da Flàshati PhotoBooth Salento, 7 da SalvySpettacoli, 2 da Happy Birthday Box, 1 da Marta Caruso Fotografia, 1 da Franco Cirigliano, 11 dalla Prova pranzo, 5 da amicizia, 1 da parentela, 7 da passaparola, 7 da telefonata

Pubblicazione foto su Facebook

8 volte No, 39 volte Si

Singola o doppia copia

31 volte doppia copia, 16 volte singola copia

Custodia doppia copia

25 volte Scatola in legno, 6 volte Album

Mese dell’ evento

1 Febbraio, 2 Marzo, 1 Aprile, 2 Maggio, 8 Giugno, 9 Luglio, 10 Agosto, 9 Settembre, 5 Ottobre

Giorno della settimana dell’evento

11 volte di Domenica, 3 volte di Lunedì, 4 volte di Mercoledì, 4 volte di Giovedì, 5 volte di Venerdì, 20 volte di Sabato

Proprietà dell’evento

2 di Luigi Pizzuto, 45 miei

In questo primo anno di attività purtroppo improvvisi contrattempi non mi hanno permesso di partecipare alle due manifestazioni estive che ogni anno si tengono a Policoro: il Blues in Town e il Policoro in Swing.

Avevo, tramite amicizie, avuto l’ok alla presenza di Flàshati PhotoBooth Matera (gratis) ma non ho potuto essere presente per inaspettati contrattempi.

Sul sito Slide Share ho creato due slide dove raggruppo i primi 40 progetti di layout (dal 1 al 20 e dal 21 al 40). Ovviamente ho inserito, per rispetto, anche i 2 layout progettati delle due suddette manifestazioni di cui sopra, anche se non vi ho partecipato.

I numeri sono interessanti, già dal primo anno ho avuto tantissime soddisfazioni, tantissime persone che si sono complimentate di questa mia nuova attività. Ovunque sono stato ho riscontrato la voglia di provare il PhotoBooth e ricevere la stampa dello scatto. Ho percepito la gioia, il divertimento, la voglia di allegria della gente.

Mi posso ritenere soddisfatto!

Naturalmente non posso e non devo cullarmi sugli allori, è un momento che magari potrà terminare ma io devo essere bravo a far sempre tenere viva la fiamma della voglia di PhotoBooth.

La concorrenza c’è, sicuramente aumenterà, ma non ho paura di confrontarmi con essa e far valere la mia professionalità, la mia qualità, la ciliegina sulla torta che Flàshati Matera può garantire.

Il prossimo 22 Novembre parteciperò alla mia prima Fiera Sposi (leggi qui) che si terra a Tito (PZ) dove presenterò le novità per il mio secondo anno di vita.

“Il divertimento te lo stampiamo”

 

 

Mauro Gadaleta – Flàshati Matera

 

 

 

 

 

Flàshati Matera

Ritira la tua foto con Babbo Natale

dichio

Il Villaggio di Babbo Natale Dichio è un appuntamento molto atteso dai bambini, per poter vivere l’atmosfera del Natale e godere delle attrattive che l’evento propone, molto seguito anche dagli stessi genitori che possono iniziare a pensare, progettare e acquistare tutto quello necessario per rendere la casa più natalizia possibile.

Ma il Villaggio di Babbo Natale è anche molto di più.

Esso è uno scrigno che racchiude tante esperienze culturali, è il più grande mercatino di Natale al coperto con oltre 2000 mq espositivi, con ampia ed esclusiva collezione di articoli natalizi per la casa.

Nel Villaggio di Babbo Natale si trova il meraviglioso parco divertimenti con il bosco incantato abitato dagli gnomi. Nel parco ci sono anche:

  • la baita saltarello,
  • il trenino nel bosco,
  • i laboratori con Mamma Natale,
  • i video-racconti,
  • l’ufficio postale per spedire la letterina a Babbo Natale,
  • gli spettacoli del Magic Circus Show,
  • gli spettacoli di Dodo Magic Illusion.

Insomma, il Villaggio di Babbo Natale Dichio è un’esperienza unica, è il luogo dovere vivere i momenti magici del Natale già da inizio Novembre. Perché il Villaggio, anche quest’anno, apre le porte nel primo weekend di Novembre, ovvero sabato 3 Novembre alle ore 17.

Già da Ottobre ci sono stati degli appuntamenti come anteprime per quello che doveva essere.

Scan_20181023_070406 (1)

Gli appuntamenti sono molti come si possono vedere dalla brochure. C’è anche la mappa per orientarsi meglio negli ampi spazi che Dichio mette a disposizione.

La parte più magica è naturalmente la zona finale: il Parco Divertimenti. E, naturalmente, la casa di Babbo Natale.

Quest’anno ci sarà una sorpresa per tutti i visitatori.

Ritirare la tua foto con Babbo Natale.

Nella casa di Babbo Natale ci sarà il nostro PhotoBooth che permetterà, al costo di 2 euro, di potersi fare una fotografia con Babbo Natale e poter ricevere all’istante la foto cartacea. Il bello del nostro servizio. La bellezza del PhotoBooth.

A differenza delle abitudini che si usano fare negli anni passati, ovvero far fare la fotografia dei propri bimbi con Babbo Natale e utilizzare il proprio smartphone per riprendere la scena, quest’anno permetteremo di far fare la fotografia ai propri bimbi con Babbo Natale dal nostro PhotoBooth e di ricevere la fotografia cartacea.

Quante foto di bambini con Babbo Natale sono state stampate negli anni scorsi?

Quante foto di bambini con Babbo Natale sono rimaste nella memoria dei cellulari di mamma o papa’?

Quante foto di bambini con Babbo Natale sono state cancellate perché dopo un po’ di mesi era necessario liberare spazio dalla memoria del cellulare e bisognare eliminare le foto più vecchie?

Troppe!

Quest’anno invece tutte le foto di bambini allegri, vogliosi di farsi fotografare con il barbuto Babbo Natale, impazienti di abbracciarlo e baciarlo, potranno farsi la foto e ricevere la stampa. La foto potrà finalmente essere ricordata anche l’anno prossimo. Finalmente potrà essere custodita e magari incorniciarla nella cameretta del bambino.

Prima dello scatto si potranno scegliere 4 modelli di foto.

#50 Villaggio Dichio 4

#50 Villaggio Dichio 1

#50 Villaggio Dichio 2

#50 Villaggio Dichio 3

Una volta scelto il tema che più piace, si premerà il pulsante, si resterà in posa per 5 secondi e si attenderà la stampa. Dopo 10 secondi circa si riceverà la foto cartacea, in alta risoluzione.

Il bimbo sarà felice di rivedersi accanto a Babbo Natale, la mamma e il papà saranno entusiasti di potere avere un ricordo cartaceo da poter conservare.

A differenza degli anni scorsi in cui la foto la dovevi guardare dal cellulare, utilizzare le dita per ingrandirla e poi lasciarla li, tra le tante foto che la memoria del tuo cellulare “custodisce”.

Quest’anno le abitudini cambiano.

 

Mauro Gadaleta – Flàshati Matera

 

 

Flàshati Matera

Il fotografo e il PhotoBooth

fotografo

Nell’organizzazione di un matrimonio i punti cardini da decidere sono;

  1. la data;
  2. la location;
  3. gli invitati;
  4. il deejay/la band/l’animazione;
  5. il fotografo;
  6. la chiesa.

Secondo me, questi sei fattori sono i più importanti. Ce ne sarebbero altri ma sono consequenziali, non principali come i suddetti.

Molte volte può capitare che il punto 4) venga “suggerito” dalla sala, per cui è un problema in meno; la scelta del punto 6) è una scelta banale dato che nel 90% dei casi si sceglie la chiesa della sposa.

Il punto 1), la data, è naturalmente il punto di partenza per poi adoperarsi successivamente a fare il resto delle operazioni.

Gli invitati, cioè il punto 3), sono amici e parenti: qualcuno rimarrà felicissimo della notizia del vostro matrimonio, qualcun altro un po’ meno. Tutti saranno presenti, tranne casi di improvvisi contrattempi che dovrebbe a voi essere comunicata molto prima del grande giorno, che la buona educazione vuole.

In ultimo rimane il punto 5), cioè il fotografo. Come ho molte volte detto e ribadito, del matrimonio quello che ti rimarrà subito dopo sono:

  • i regali;
  • la gioia dell’inizio di una nuova vita insieme;
  • le fotografie.

Scegliere un buon fotografo è molto importante perché sara colui che ti farà rivivere il tuo matrimonio per anni. Solo attraverso le fotografie e i video ovviamente, potrai vedere e rivedere e far vedere, a chi non era presente con te quel giorno, gli istanti migliori, i più significativi del tuo matrimonio.

In un certo senso anche attraverso il PhotoBooth l’obiettivo è lo stesso del fotografo! Attraverso il servizio di Flàshati PhotoBooth avrai l’opportunità di poter rivedere e avere materialmente tra le mani un ricordo tangibile del tuo matrimonio.

Da evidenziare e sottolineare che il mio è un servizio completamente differente rispetto al servizio di un fotografo.

Il mio è un momento goliardico, divertente, coinvolgente che porta a dare a tutti gli invitati foto cartacee scattate in momenti simpatici, mascherati con parrucche, occhialoni, baffetti o cappellini. Il fotografo invece è il professionista che ti permetterà di avere foto cartacee dei momenti più importanti di tutto il giorno, quali quelli in  chiesa, nel momento del “si”, durante il pranzo, nel momento del taglio della torta.

Il mio rispetto per i fotografi e l’intelligenza da parte del professionista ad offrire e proporre il mio servizio agli sposi mi ha portato lo scorso 10 settembre a Matera, presso Villa Schiuma, al matrimonio di Emanuela e Paolo.

emanuela

Emanuela e Paolo sono due ragazzi che hanno deciso di convogliare a nozze e nello scegliere quale fotografo hanno optato per Marta Caruso Fotografia.

Ho conosciuto Marta Caruso telefonicamente. Un sera di fine agosto ricevo la sua chiamata nella quale mi chiede di spiegarli i miei servizi, in cosa consistono. Non mi ricordo se si era presentata come fotografa, o perlomeno non lo abbia io capito inizialmente, comunque alla fine della telefonata capisco che si tratta di una fotografa: li espongo il mio servizio di PhotoBooth, cosa offro e alla fine li espongo il mio costo.

Marta chiude la chiama dicendomi che proporrà il mio servizio ai suoi clienti e in caso positivo mi ricontatterà per approfondire meglio e metterci d’accordo.

Passano dei giorni e il 7 settembre (se ricordo bene, comunque pochi giorni prima del 10 settembre!) ricevo nuovamente la chiamata da parte di Marta. Una coppia di sposi, Emanuela e Paolo appunto, ha deciso di richiedere il mio servizio dopo che gli era stato proposto da lei. Felicissimo li dico che sono disponibile, seppur si tratta di un lunedì mattina e il mio lavoro di agente di commercio non me lo permetterebbe. Mi organizzerò al meglio per affrontare nel miglior modo possibile il mio impegno con Flàshati.

Seguono varie telefonate, vari messaggi whatsapp di confronto e specifica, alla fine il layout fotografico è pronto, i dettagli sono chiari, non mi resta che attendere lunedì 10 Settembre per giungere alla sala e iniziare questa “improvvisa bellissima collaborazione lavorativa”!

Alle ore 16.00 di lunedì 10 Settembre il totem è acceso, il tavolo è addobbato, l’album è pronto per essere riempito di foto, io e Martina siamo carichi e positivi per iniziare il nostro lavoro.

Tutto va benissimo! Gli invitati accolgono con entusiasmo questa nostra novità, si mettono in fila per farsi fotografare in pose divertenti, ricevono la loro copia di foto e la copia che deve essere posizionata sull’album lasciando una dedica agli sposi. Anche Emanuela e Paolo sono coinvolti: tutti i loro parenti e amici vogliono farsi la foto con loro accanto mascherati. Tutti si vogliono portare a casa una foto simpatica del loro giorno più importante. Marta e i suoi collaboratori si lasciano coinvolgere e si scattano anche qualche foto.

Le tre ore passano veloci. Consegniamo l’album e la pennetta USB a Marta che successivamente sarà data agli sposi.

Marta è rimasta soddisfatta, il nostro servizio è piaciuto anche a lei, lo riproporrà ad altre coppie che sceglieranno lei come fotografa per il loro giorno più importante.

E faranno bene perché Marta Caruso Fotografia è una professionista che è sul mercato da anni, la passione per la fotografia si tramanda di generazioni in generazioni nella loro famiglia. La sua professionalità, la sua abilità nel cogliere gli attimi migliori del giorno del matrimonio è una certezza! Ed è circondata da altri bravi collaboratori che la supportano nei suoi impegni.

Un ulteriore partnership, una nuova collaborazione lavorativa che può solo portare benefici sia per me sia per Marta Caruso.

 

Mauro Gadaleta – Flàshati Matera

 

 

 

Flàshati Matera

L’unione fa la forza e si vince entrambi

Siamo a fine aprile e manca poco alla festa dei lavoratori del 1° Maggio.

Come al solito sono in giro per il mio “principale” lavoro di rappresentante e ricevo la chiamata di mia moglie: “Che ne dici di partecipare con Flàshati alla prova pranzo che Villa Cirigliano deve fare il 30 Aprile prossimo? Gliel’ho proposto ad Anna (la figlia del titolare della sala ricevimenti) e mi ha detto che non ci sono problemi. Possiamo posizionarci in un angolo e farci conoscere!” Prendo subito la palla al balzo e li rispondo: “Certo, perché no! Va benissimo, ci saremo allora”.

Arriva il 30 Aprile. E’ un lunedì ed io deve sempre tener fede al mio lavoro di agente di commercio con la Marr ( azienda leader del foodservice). Quindi devo fare il mio giro visite del lunedì: come fare quindi con l’evento di Flàshati? Basta un po di organizzazione e il gioco è fatto.

Esco di casa alle 7.30, carico il totem e tutto l’occorrente in macchina, vado a Pane e Vino (piccolo borgo di Tursi, a pochi km da Policoro) dove si trova la sala ricevimenti Villa Cirigliano, scarico il tutto e monto il totem. Più tardi Martina (mia moglie) andrà a sistemare il tavolo addobbandolo con i props e tutto il necessario per presentarci al meglio ai futuri sposi.

Essendo una prova pranzo, intorno alle 13-13.30 arriveranno tutti e dobbiamo (o io o mia moglie) essere li presenti per dare informazioni o scattare foto all’occorrenza. Mia moglie non può esserci per via anche di nostro figlio e quindi devo esserci per forza io.

Cerco di organizzare il mio lunedì mattina in modo tale che alle ore 13 sono libero per poter essere alla sala Villa Cirigliano. Successivamente mi raggiungerà Martina che si occuperà degli sposi con Flàshati mentre io potrò telefonicamente procedere a prendere ordini e riprendere il mio lunedì lavorativo con la Marr.

Inizia la prova pranzo, le future coppie di sposi, seduti ai tavoli, procedono a gustare il pranzo e le prelibatezze che lo chef della sala ricevimenti (nonché mio suocero!) ha preparato per loro. Io, da solo, sono seduto su un divano e aspetto la prima coppia che deciderà di capire, scoprire e apprezzare cosa sia questo aggeggio chiamato PhotoBooth!

Eccola la prima coppia!

In un momento di pausa, tra una portata ed un’altra, una coppia di futuri sposini, si avvicina, io sono lì in piedi ad aspettarli. “Che cosa è? Come funziona?” Con molta calma gli spiego cosa facciamo , in cosa consiste la nostra mission, il nostro obiettivo. Ne prendono atto, scelgono un accessorio simpatico da utilizzare, si mettono in posa e hoplà (non la marca della panna!): la foto cartacea viene stampata ed è pronta per essere da me consegnata! “Che bello!”, la risposta dei primi protagonisti. Dei sorrisi e risate di divertimento accompagnano la visione del risultato della loro foto fatta e stampata dal PhotoBooth di Flàshati.

Hanno incuriosito gli altri ragazzi presenti alla prova pranzo: iniziano ad arrivare un po’ tutti. C’è chi ha visto il photobooth in altre occasioni quindi va spedito con la scelta del baffetto, piuttosto che del cappello, si posiziona davanti all’obiettivo, si fa fotografare e attende la foto cartacea. C’è chi ascolta le mie spiegazioni a chi non sa cosa fa Flàshati PhotoBooth Matera, c’è chi sceglie e scopre i props e gli altri oggetti per essere pronto a farsi fotografare e poi ci sono coloro che passano tranquillamente senza darci importanza. Sono coloro che preferiscono la tranquillità di farsi un photobooth quando si saranno calmate le acque!

Nel frattempo Martina è arrivata Martina: meno male! Non riuscivo più a gestire da solo il tutto.

Il pranzo riprende con altre portate e arriva la prima coppia che è decisa: vuole Flàshati al suo matrimonio e vuole subito firmare il contratto per bloccare la data.

Che emozione!

Compilo per la prima volta un contratto con Flàshati. Preso il primo matrimonio durante una manifestazione specifica, cioè una prova pranzo di futuri sposi.

Il bello è che ne compilo un altro virtualmente! La mamma di una sposa, non presente alla prova pranzo perché impegnata lavorativamente al nord Italia, mi da appuntamento il giorno dopo per compilare il contratto dopo aver sentito la figlia e chiesto la sua approvazione a utilizzare Flàshati al suo matrimonio. Il 3 maggio ci siamo visti con la signora e il marito e abbiamo compilato e firmato il contratto: la futura sposa era entusiasta di avere il PhotoBooth Flàshati al proprio matrimonio!

La prova pranzo finisce.

  • un contratto firmato,
  • un contratto da firmare il giorno dopo,
  • molte coppie che mi chiameranno perché sono intenzionate ad averci al loro matrimonio.

All’inizio avevo previsto un 3/4 coppie che ci avrebbero scelto, ero comunque fiducioso. Be’ nei giorni seguenti, nelle settimane successive abbiamo preso altre 5 coppie. Ad oggi che scrivo, 19 luglio, da quella prova pranzo, abbiamo fatto già 3 matrimoni e ad agosto abbiamo 5 matrimoni. E in quella prova pranzo c’erano molte coppie che si sposavano a Settembre. Ne è valsa la pena!

La collaborazione tra Villa Cirigliano e Flàshati PhotoBooth Matera ha funzionato: grazie ad Anna e un grazie va ai proprietari-amici della sala ricevimenti di PaneVino (tutto attaccato per come si legge!)

Come specificato in una mia precedente nota: la collaborazione, le partnership, servono e portano i loro risultati.

Insieme si vince!

Mauro Gadaleta – Flàshati Matera