Flàshati Matera

Chiedere. Ricevere. E poi regalare

[…] “al giorno d’oggi è fondamentale raccogliere quante più recensioni possibili, così da dare alle persone il modo migliore per riflettere sull’azione da fare.” […]

Come ho sempre pensato, e ne ho avuto conferma leggendo degli articoli su vari blog, le recensioni da parte dei clienti sono molto importanti per far crescere un’attività commerciale.

L’articolo sul blog del sito kaliweb.it “L’importanza delle recensioni dei clienti per far crescere il tuo business”, spiega benissimo il concetto.

Studi fatti hanno affermato che, in fase di scelta, una persona tiene in considerazione i pareri e le opinioni di altri utenti, prima di scegliere un prodotto o un servizio.

Nel settore del wedding, dove Flàshati PhotoBooth Matera si colloca per buona parte del suo core business, i suoi protagonisti, la sposa e lo sposo, prima di scegliere un fornitore per il loro matrimonio, si informano approfonditamente su pareri di altri utenti che hanno avuto a che fare con quella determinata azienda. Partecipano a fiere di settore, visitano i siti dei probabili fornitori, le loro pagine sui social network, chiedono ad amici o parenti dei consigli. Tutto viene fatto per approfondire e avere dei suggerimenti, optare per la scelta d una azienda piuttosto che di un altra. Convincersi infne se vale la pena o meno spendere ulteriori soldi per aggiungere un altro servizio, un altro fornitore e rendere il loro matrimonio il migliore in assoluto.

Ho fin da subito, già dai miei primi lavori effettuati, chiesto esplicitamente il rilascio della recensione al cliente che mi aveva chiamato per il mio servizio.

Quando finivo il lavoro, nel salutare il festeggiato o festeggiata, ho chiesto sempre di lasciare un proprio giudizio sulla nostra pagina Facebook o, in caso di matrimonio, se sapevo che uno degli sposi era sul sito di matrimonio.com, chiedevo di lasciare anche li il proprio feedback.

Il 15 Dicembre scorso, dopo la “prima stagione” lavorativa, ho scritto un articolo in cui ho raccolto tutte le recensioni che fino a quel momento avevo ricevuto. L’articolo è il seguente: I pareri dei nostri clienti.

Non sono state poche le recensioni che ho ricevuto nel mio primo anno di attività ma in questa stagione, ancora in atto, mi sono prefissato di fare ancora meglio.

Mi sono sempre chiesto: “Ma come spingere e incentivare il cliente, che mi ha scelto per un evento, a lasciarmi al 100% la propria recensione?” E ancora: “Puntare maggiormente alle recensioni sulla mia pagina Facebook o sul mio profilo di matrimonio.com?”

Il mio servizio punta maggiormente al matrimonio, ma non solo. Quando si tratta di lavori non matrimoniali, e in un anno di attività e oltre, ho fatto compleanni, eventi aziendali, battesimi, inaugurazioni, eventi pubblici, non puoi andare a richiedere la recensione su matrimonio.com, il sito per eccellenza del wedding. In questi casi devi spingere esclusivamente per ricevere la recensione sulla pagina Facebook.

Nel matrimonio invece è diverso, la chiedi in entrambi i siti!

Entrambe alla fine sono importanti.

Ma il richiedere la recensione non sempre porta a riceverla effettivamente. Gliela puoi chiedere, ricordare dopo alcuni giorni, ma poi non puoi fare attività di stolkeraggio per ottenerla.

Un giorno però mi è venuta un’idea attraverso Instagam.

Anche nell’articolo evidenziato prima sul blog di kaliweb.it, per incentivare un cliente a lasciare la propria recensione il primo suggerimento è quello di fare un regalo.

Ho scoperto, tramite Instagram, una pagina di una ragazza che in Sardegna effettua dei lavori direttamente sul sughero. Il nome della pagina è Il Regno del Sughero (@ilregnodelsughero). Approfondendo maggiormente il profilo ho scoperto dei lavori eccezionali e delle vere e proprie chicche fatte direttamente sul sughero. Qualcosa di davvero particolare, differente dalle solite cose.

Allora, volendo seguire il suggerimento del “regalare” per ottenere una recensione, dovevo trovare qualcosa da offrire ai miei clienti. Avevo pensato alle solite cose: penne, zaini, magliette, ecc. Ma banali e scontati che non sarebbero stati apprezzati.

Dovevo trovare qualcosa di originale e attinente alla foto, il settore di Flàshati PhotoBooth Matera. Ecco che mi si illumina la lampadina nel cervello: perché non trovare attraverso il Regno del Sughero il regalo da dare agli sposi e ottenere la tanto famigerata recensione sia su Facebook sia su matrimonio.com?

Dopo una serie di messaggi con la ragazza sarda, troviamo in una cornice raffigurante un’immagine sul sughero il regalo perfetto. Ma cosa si doveva raffigurare sul sughero?

Il mio doveva essere un regalo:

  • attinente la fotografia,
  • originale,
  • simpatico.

I primi due punti li avevo soddisfatti: la cornice era un regalo attinente la fotografia, era originale perché fatta su una base di sughero. Mancava la terza caratteristica.

Ecco che mi si illuminava una seconda lampadina nel cervello. Potevo approfittare della mia amicizia con l’artista Domenica di Policoro (@df_arte), bravissima con le caricature, per ottenere le caricature degli sposi e quindi farla raffigurare sul sughero della cornice. Potevo quindi abbinare le due situazioni (la caricatura e il sughero) e creare una cosa di davvero unica.

Così la combinazione tra la mia idea, l’arte di Domenica e quella del Regno del Sughero porta a questa creazione:

Screenshot_20190819-121654_Instagram

Un quadro raffigurante la caricatura degli sposi incisa sul sughero.

Un regalo particolare, simpatico come la caratteristica di Flàshati Matera, unico, diverso dai soliti gadget visti e rivisti in altri contesti.

Il risultato, come immaginavo, viene molto apprezzato e la mia richiesta di richiedere le recensioni e regalare il quadro viene accettata, fino ad ora, nel 89% dei casi.

Chiedere, ricevere, regalare. Le tre paroline magiche.

 

Mauro Gadaleta
Annunci
Flàshati Matera

Le 7 domande fatte ai nostri clienti. Scopri cosa ci hanno risposto.

Qualche settimana fa’, dopo aver festeggiato il nostro primo anno di attività, avevo creato (prendendo spunto da un articolo letto di un’agenzia di photobooth americana) un questionario da inviare ai clienti che già ci avevano chiamato per il loro matrimonio, compleanno, evento.

Prendendo l’idea da questa iniziativa americana, avevo “ridisegnato” delle domande a risposta multipla e non.

Ho preparato quindi 7 domande per capire come era andato il mio servizio di PhotoBooth, per scoprire i problemi che potevano esserci stati, i miglioramenti che potevo applicare in futuro, avere dei feedback direttamente da coloro che avevano usato Flàshati PhotoBooth Matera.

Poter avere i riscontri diretti dal cliente è una grandissima occasione di miglioramento.

Le 7 domande, una volta preparate, le ho inviate tramite email.

L’email recitava così:

Ho deciso di creare 7 domande e inviarle a chi ha usufruito del mio servizio e conoscere le loro opinioni.

1.Come giudichi la tua esperienza con Flashati PhotoBooth Matera? (*****)

Una prima domanda classica con il metro di giudizio delle stelle, perché a noi piacciono e, ammettiamolo sono belle!

Dovevamo trovare un metro di giudizio e le stelle sono le più divertenti da dare, non trovi? Siamo un’attività DIVERTENTE e non possiamo prenderci troppo sul serio.

Le 5 stelle sono già un ottimo modo per misurare, 10 stelle ci sembravano troppe!

2. Considerando il valore complessivo del nostro prodotto e del servizio che hai ricevuto, è stato:

A) Un valore eccezionale. Vale più di quanto ho pagato.
B) Un buon valore. Vale quello che ho pagato.
C) Un valore scarso. Vale meno di quello che ho pagato.

Anche qua una risposta è molto semplice: il nostro valore è basato sul prezzo che hai pagato. È una domanda mirata in cui puoi esprimere esattamente quali sono i tuoi pensieri senza dover cercare altre parole.

3. Ci consiglieresti ad un amico?

Non ci andava che questa domanda fosse fatta con una scala da 1 a 10 perché o ci consiglierai o no. Se ci risponderai di no, ti chiediamo gentilmente una motivazione. Il nostro obiettivo è migliorarci sempre.

4. Quali opzioni hai preso in considerazione prima di decidere di utilizzare il nostro servizio?

Questo domanda è una grande opportunità per scoprire cosa stavi pensando quando ci hai scelto e cosa era importante per te. Per esempio: volevi il prezzo più economico? Ti piacevano le nostre foto? Ti piacevano i nostri layout fotografici?

5. Quanto è probabile che ci utilizzerai di nuovo in futuro?

In questa domanda devi utilizzare la scala da 1 a 10. Ovviamente non ci chiamerai di nuovo (😁) per lo stesso motivo della prima volta che ci hai chiamato, ma potrai usare di nuovo il nostro servizio di PhotoBooth in altre occasioni della tua vita (compleanni, lauree, battesimi, eventi aziendali).

6. Se potessi cambiare una cosa sul nostro servizio, quale sarebbe?

Esprimiti liberamente, sii sincera/o, non ci offenderemo. Come più volte ribadito: la nostra intenzione è migliorarci e chi meglio di un nostro già cliente può darci suggerimenti e consigli?

7. Cos’altro vorresti che noi sapessimo?

Questa domanda è a risposta aperta: ti da l’opportunità di scrivere altro che in precedenza non hai fatto, di scrivere altre cose che sono andate bene o sono andate male. Insomma, esprimiti liberamente.

Ho inviato l’email con le domande a 19 persone: ho voluto tener in considerazione solo i protagonisti dei matrimoni che ho fatto, tralasciando i compleanni, le lauree o altro.

Su 19 email inviate ho ricevuto il 36,84% di risposte, cioè in 7 mi hanno risposto. Quasi la metà degli intervistati.

Non male come percentuale: essendo la prima volta che effettuavo questo esperimento, mi ritengo soddisfatto. Le risposte richiedevano massimo 15 minuti di tempo.

I risultati sono stati questi:

  1. Come giudichi la tua esperienza con Flàshati PhotoBooth Matera?

Il 100% delle risposte è stato con le 5 stelle.

2. Considerando il valore complessivo del nostro prodotto e del servizio che hai ricevuto, è stato:

A) 89% ha risposto con la lettera A

B) 11% ha risposto con la lettera B

C) 0% ha risposto con la lettera C

3. Ci consiglieresti ad un amico?

Tutti hanno risposto di Si. Alcuni lo hanno già fatto o lo stanno facendo.

4. Quali opzioni hai preso in considerazione prima di decidere di utilizzare il nostro servizio?

Quasi tutti ci hanno scelto per il ricordo della foto istantanea che lasciamo. Molti ci hanno scelto per il divertimento che procuriamo: abbiamo dato un tocco di allegria alla loro giornata del matrimonio.

5. Quanto è probabile che ci utilizzerai di nuovo in futuro?

Con risposte diverse, il 95% molto probabilmente ci sceglierà di nuovo in futuro. Il restante 5% non lo sa o preferisce non dare risposte ipotetiche.

6. Se potessi cambiare una cosa sul nostro servizio, quale sarebbe?

Cinque, delle sette risposte ricevute, ci hanno detto che non c’è nulla da cambiare; una ci ha consigliato di aumentare gli oggetti che servono per farsi le foto in quanto ha notato delle foto uguali; una ci ha consigliato di aggiustare meglio il tavolo dove posizioniamo gli oggetti per farsi le foto, per renderlo più carino.

7. Cos’altro vorresti che noi sapessimo?

Tre non hanno risposto a questa domanda, tre ci hanno consigliato di farci più pubblicità per farci conoscere maggiormente, una ci ha chiesto delle novità da attuare in futuro.

Questi sono i risultati del mio “primo sondaggio” che, con aggiustamenti, rifarò anche il prossimo anno.

Tu sei stato uno dei sette che ha risposto? Se, sei stato/a un/una nostro/a cliente e non hai risposto in precedenza e ora vuoi anche tu lasciare le tue risposte alle sette domande mandami un’email a matera@flashati.com

Tralasciando le risposte positive, volevo ora approfondire le critiche che risultano essere due:

  • aumentare gli oggetti che servono per farsi le foto,
  • aggiustare meglio il tavolo dove posizioniamo gli oggetti,

e i suggerimenti:

  • farci maggiore pubblicità,
  • novità per il futuro.

Partiamo dalle critiche.

E’ vero che all’inizio ho utilizzato pochi oggetti ma è anche vero che durante il momento del PhotoBooth l’ordine e la disciplina vanno a farsi un vacanza! E’ impossibile gestire, sopratutto se sono da solo durante il servizio, la gente che vuole approfittare di Flàshati e non vede l’ora di ricevere la foto cartacea.

Prima di iniziare preparo sapientemente il tavolo rendendo ben evidente ogni oggetto utile per potersi mascherare ma dopo una decina di foto, sul tavolo sembra che siano “saltati dei gatti” e sono sempre più in evidenza i soliti props che piacciano a tutti.

Per migliorare, e quindi ascoltare le due critiche, DOVREI organizzarmi meglio e far rispettare delle regole: dalla fase di scelta del props dal tavolo fino alla ricezione della foto cartacea bisognerebbe far eseguire degli step ben specifici. Non è facile e non lo sarà ma devo perlomeno evitare situazioni “incredibili” che sono successe in alcuni eventi fatti.

Affrontiamo ora i suggerimenti.

Non sono favorevole alla classica pubblicità che prevede volantini, banner stradali o cose simili. Preferisco qualcosa di più “originale”, più “innovativo”, più “di impatto”. Questo ho fatto in passato e continuo a farlo tuttora. Secondo il mio punto di vista, non è martellando incessantemente che la gente ti chiama o ti sceglie. Bisogna valorizzare e puntare sul dare dei contenuti interessanti al cliente, farsi notare per essere ricordati: “la gente non compra quando vuoi vendere tu, la gente compra quando vuole comprare lei”.

Se semini bene, i frutti arrivano anche a distanza di molto tempo.

Dimmi cosa ne pensi di questo mio pensiero. Tu come giudichi la mia “pubblicità”? Scrivimelo nei commenti.

E infine per quanto riguarda le novità da attuare, bé ci saranno! Saranno novità che riguarderanno direttamente il totem, con il tempo anche novità strutturali ma è molto presto ora per affrontarne e parlarne.

Due “piccole” novità sono già attive.

  1. Il GoPro, la telecamerina piccolina che ho acquistato e che voglio utilizzare per riprendere video durante le ore in cui c’è il servizio di PhotoBooth: secondo me potrebbero uscirne dei piccoli filmati simpatici e unici.black action camera
  2. Il GoWeddy, il sito che permette di creare il sito del matrimonio. Ancora poco diffuso ma molto utile per tanti motivi: annunciare l’evento e fare un countdown, caricare tutte le immagini del matrimonio, aiutare gli invitati con la lista nozze, far conoscere i protagonisti (la sposa, lo sposo, i testimoni), pianificare nei dettagli il giorno del matrimonio.

example-1

 

 

Mauro Gadaleta