Chef a domicilio

Il mio lavoro principale, il mio core business, è quello di tecnico commerciale per un’importante azienda di foodservice.

Svolgo questa professione da quasi 10 anni e, dopo aver iniziato questo lavoro senza conoscere NULLA di cibo, ora, senza apparire presuntuoso, posso affermare di conoscerne “un po’ di più”.

Ovviamente non devo mai smettere di imparare!

Ribadendo il mio interesse a “sperimentare” nuove forme di business, un mio amico chef mi ha proposto una nuova idea: lo chef a domicilio.

Lo chef a domicilio è un servizio che non nasce oggi e non sono di certo io a inventarlo, su questo siamo tutti d’accordo.

E’ un servizio che però non è molto attivo, né molto richiesto nella zona in cui abito. Sarà perché c’è poca utenza, sarà perché nessuno ci crede fino in fondo, sarà quel che sarà ma io voglio “accettare la sfida” del mio amico chef.

Voglio provarci e verificare se posso portare avanti questa nuova attività!

Se fallirò, e questa idea non prenderà piede, perlomeno ci avrò provato e avrò sperimentato sulla mia pelle che era un’idea che qui a Policoro, in Basilicata, non è richiesta.

Per verificare però che possa funzionare, è opportuno prima sondare il campo.

 

Mauro Gadaleta